Tra le varie attività previste dalla manifestazione “Bio in Sicily” tenutasi a Bagheria nella meravigliosa Villa Palagonia, di grande attrazione sono stati i due workshop dedicati, il primo: “Come valorizzare i territori rurali – Il turismo esperenziale, metodi ed esperienze” e il secondo “Come comunicare l’attività turistica dei territori rurali”.

Per gli incontri è stata utilizzata la sala dei ritratti, piena di fascino e di storia. A cimentarsi nelle lezioni sono stati relatori che provengono da attività lavorative, con esperienze regionali e nazionali, una scelta azzeccata, considerato che sono state materialmente raccontate le esperienze maturate sul campo. Esperienze pratiche, piene da aneddoti, racconti, testimonianze che hanno reso i workshop davvero interessanti. I partecipanti sono stati venti, numero previsto dalle norme del Covid 19.

Fausto Faggioli

Gli interventi sono stati tenuti dallo scrittore e giornalista Mario Liberto, autore di un interessante libro sulla multifunzionalità e sui sistemi territoriali; a seguire Giovanna Gebbia, esperta di turismo rurale, autrice di un altro libro di turismo esperenziale: “Sulle tracce del passato”, che ha parlato di: “Come si racconta un territorio”. Pierfilippo Spoto, guida naturalistica e fondatore di Val di Kam, uno dei personaggi più interessanti di turismo esperienziale, ha esposto le “Esperienze di Turismo esperienziale sui monti Sicani”. Ed infine, è toccato al “maestro”, guida di tutti gli operatori di turismo in Italia, il romagnolo Fausto Fagioli, Presidente E.A.R.T.H. Academy che ha incantato gli astanti parlando delle sue esperienze sul turismo rurale del nord Italia.

Giusi Carioto

“Come comunicare l’attività turistica dei territori rurali” è stato il titolo del workshop tenutosi nella seconda giornata di “Bio in Sicily”. Argomento molto interessante soprattutto dopo il Coronavirus. Le lezioni sono state tenute da Giusy Carioto, tecnico dei servizi turistici, esperta di turismo esperienziale, TEDTRIP Project Manager “Come vendere i servizi turistici online, il portale locale o il marketplace”; Matteo Fici, docente ed esperto ICT e Amministratore di Assoprovider “La logica della multicanalità online e i gestionali per implementarla”; Tommaso Di Matteo, Ceo di CPW Italia “Imprese e strategie per l’export” e Giuseppe Urso – Marketing Manager “Food Online: e-commerce, piattaforme per la vendita dei prodotti”.