Green Book, la rubrica di All food Sicily ideata da Mario Liberto, già giornalista e scrittore, si conferma come un piacevole appuntamento di successo letterario. Due i libri in programma “Il bacio della Mantide” del noto giornalista della “Sicilia” di Catania e scrittore di noir Roberto Mistretta e “Il diamante nel piatto” di Anna Martano, anche lei giornalista e Prefetto dell’Accademia Italiana Gastronomia Storica e Gastrosofia AIGS Sicilia.

Belle le interpretazioni dalla cantante folk e attrice Patrizia Genova che ha letto, anzi recitato, alcune pagine del romanzo e del saggio in programma.

Ospite della prima giornata è stato Roberto Mistretta, persona schietta di grande sensibilità, ma anche gioioso, intrattenitore intelligente, che ha interloquito con il conduttore Mario Liberto. “Il bacio della Mantide”, romanzo, nonostante sia un puro noir, pone in evidenza alcuni aspetti della vita che il protagonista, il maresciallo Saverio Bonanno, interprete della serie, chiama “immondezze sociale”. Mistretta è anche, come dice Fausto Fagioli: “inconsapevolmente cantore delle aree rurali siciliane”.

Ospite della seconda giornata “Il diamante nel piatto” di Anna Martano, simpatica e vulcanica, un libro che rappresenta un viaggio nella migliore cucina siciliana. Si divide in due parti: la prima tratta la storia e le origini della gastronomia siciliana, attraverso le varie dominazioni che hanno concorso a creare l’inestimabile patrimonio enogastronomico dell’Isola; nella la seconda parte descrive le varie ricette, le quali sono precedute du cuntu, cioè cenni di natura storico-antropologica allo scopo di divulgare, prima ancora della pietanza in sé, la sua identità culturale.

Carismatica l’ospitalità dell’intrattenitore Mario Liberto che ha saputo far rivivere l’ospitalità, alla presenza di Ferdinando Francesco I Gravina Cruyllas, principe di Palagonia, interpretato dall’attore Pietro Buttitta, le atmosfere aristocratiche della nobiltà bagherese.