Reinventarsi, in questo momento, sembra essere la parola chiave. Un imperativo che coinvolge la ristorazione al completo, chiamata a trovare soluzioni creative per non perdere l’appeal sul pubblico e sopravvivere all’emergenza del Covid 19. Quindi, dopo il kit per la pizza o la carbonara homemade, ecco arrivare a Roma anche quello per realizzare i cannoli, con materie prime rigorosamente siciliane e tutte le istruzioni necessarie per improvvisarsi pasticceri in casa propria. L’idea è di Ammu Cannoli- Sicilia a casa tua, attività con 2 punti vendita a Roma e 5 a Milano (dove il progetto ha avuto inizio nel 2015) che propone ai clienti i dolci più amati della tradizione siciliana. Non solo cannoli, quindi, ma anche torte – dalla Cassata alla Brontesina al pistacchio – e piccola pasticceria, oltre a creme spalmabili, oli extravergine, e alcune etichette selezionate di vini e liquori siciliani.                                        

Dietro l’idea Stefano Massimino, catanese di 37 anni, che ha fondato Ammu con l’aiuto della moglie Marzia nell’anno dell’Expo e, dal Nord, Italia, ha conquistato anche Roma. Proprio qui sta riscontrando grande successo il suo Kit Cannolo, “per abili pasticcioni e cannolo lovers in quarantena”, come dichiara scherzosamente la pagina Facebook del brand. In effetti, parliamo di un vero e proprio marchio, ma in questo caso il modello imprenditoriale non penalizza l’autenticità del prodotto. Stefano, infatti, è riuscito a costruire una rete di solidi rapporti con i migliori produttori siciliani per assicurarsi ingredienti prevalentemente artigianali.

Ma torniamo al kit: come funziona? Si ordina direttamente sul sito e il servizio di e-commerce copre gran parte della capitale. Nella box troviamo una crema dolce con ricotta di pecora palermitana, delle cialde croccanti realizzate a Catania (disponibili in 3 formati diversi, nonché in versione gluten free, per accontentare tutti) e 4 topping con scaglie di cioccolato modicano, granella di pistacchi di Bronte, arance e ciliegie candite. Per gustare il cannolo espresso di Ammu basta farcire la cialda con l’aiuto della sac à poche in dotazione e guarnire a piacere.

L’idea ci ha convinti perché questo dolce, nelle migliori pasticcerie siciliane, viene spesso assemblato sul momento, in modo da garantire la friabilità della base e la freschezza della ricotta. E Massimino, grazie alla sua conoscenza diretta della tradizione, ha saputo trasformare l’esigenza del delivery in opportunità, con una soluzione geniale che valorizza il prodotto anziché svilirlo. Fra i vantaggi del cannolo a domicilio, fra l’altro, c’è la possibilità di prepararlo quando si vuole (anche se, per ovvi motivi, è opportuno non andare oltre la settimana): la crema di ricotta si conserva per 7 giorni e le cialde per 2 mesi.

Abbiamo fatto una prova d’assaggio per verificare i risultati e il nostro parere è positivo. La cialda è sottile, ma ha una buona consistenza e sostiene perfettamente il ripieno senza rubare la scena alla crema di ricotta. A dir la verità, avremmo preferito una farcia un po’ meno dolce; in compenso, il cannolo acquista punti con la freschezza della ricotta, compatta e pannosa al punto giusto. Il tocco finale convince anche i palati più esigenti: la frutta candita e il cioccolato di Modica sono “quelli veri”, molto lontani dai prodotti industriali che spesso vengono spacciati come artigianali oltre i confini della Sicilia. Insomma, possiamo affermare che questo cannolo homemade vale (più di) un assaggio.