Tutto esaurito in casa Aeroviaggi. L’operatore siciliano che domani riaprirà le prime tre strutture in Sicilia ha già fatto incetta di prenotazioni. E dunque, Pollina Resort, Torre del Barone di Sciacca e Brucoli Village, che sono già pronti per accogliere gli ospiti rispettando i requisiti richiesti dall’Oms secondo protocolli già predisposti e collaudati, hanno già tutte le camere occupate.

“I contingenti previsti sono stati rispettati e aumentati, seppur nel consueto rispetto delle nuove norme sia a Pollina che a Sciacca che a Brucoli”, spiega a travelnostop.com il presidente di Aeroviaggi, Marcello Mangia che inaugura così la stagione turistica nel dopo lockdown. Ovviamente si tratta di turismo di prossimità che ha scelto le strutture Aeroviaggi anche per il ponte del 2 giugno grazie alla collaborazione degli agenti di viaggio con i quali Aeroviaggi lavora da sempre.

Altra novità annunciata da Mangia è la pressoché certezza che la catena charter dalla francia riprenderà dal 3 luglio e non è escluso qualche anticipazione dal 26 giugno, con aerei che viaggeranno a pieno carico seppur con le misure di sicurezza previste per i passeggeri.

“Dalla quantità di richieste pervenute – conclude Mangia – emerge forte il desiderio di vacanze da parte dei siciliani dopo mesi di lockdown. Un tale boom di prenotazioni rappresenta un elemento di positività e fiducia per il mercato e ci fa ben sperare sul fatto che i prossimi mesi potranno contribuire a dare linfa vitale al settore, se non dal punto di vista economico, almeno di motivazione e di rassicurazione per vincere l’ansia e la paura diffusa maturata in questi tre mesi”.