L’indice dei contagi in Sicilia, così come nel resto d’Italia, cresce di giorno in giorno con i dati che iniziano a farsi allarmanti. Gli effetti dei due decreti del governo nazionale non sembrano aver sorbito gli effetti sperati e per evitare un quadro ancora più allarmante e gli affollamenti delle terapie intensive il governo regionale guidato dal presidente Nello Musumeci ha scelto di correre ai ripari con un’ordinanza prevista nelle prossime ore.

L’obiettivo è quello di rallentare l’indice dei contagi attraverso misure restrittive concordate con il Comitato tecnico scientifico regionale. Tra le misure al vaglio quella della chiusura dei locali alle 23:00, il dimezzamento del 50% della capienza dei mezzi pubblici e la didattica a distanza per gli studenti dal secondo al quinto anno delle scuole superiori.

In queste ore è prevista un’interlocuzione con il Ministro della Salute Roberto Speranza per mettere in atto queste misure ed emanare l’ordinanza.

Aggiornamento: dopo ore di attesa Nello Musumeci ha comunicato lo slittamento dell’ordinanza a domami.