Al via i preparativi per la nuova edizione Blue Sea Land, a rischio annullamento causa Covid-19. L’evento che si svolge ogni anno a Mazara del Vallo, anche nel 2020 rinnoverà l’appuntamento con tante novità legate prevalentemente all’attività della pesca. I visitatori potranno interagire, conoscere e soprattutto gustare i prodotti provenienti dai vari paesi del mondo.

Nino Carlino, Presidente Blue Sea Land

Posso confermare- ha affermato il Presidente Nino Carlino durante un’intervista– che anche quest’anno Blue Sea Land si svolgerà regolarmente. La pesca non si è mai del tutto fermata perché l’attività legata a tutti i prodotti agroalimentari, quindi anche quella riguardante la filiera della pesca, non ha subìto uno stop previsto dalle normative che limitavano alcune attività durante il Covid. Il vero problema è un altro: anche se l’attività non si è fermata, di fatto tutta la filiera della pesca ha subito un danno considerevole dovuto al fatto che tutto il settore della ristorazione è rimasto fermo per tre mesi e adesso sta ripartendo a singhiozzo. Pertanto le attività impegnate nelle battute di pesca sono state costrette a rientrare e non hanno potuto piazzare il loro prodotto. Noi oggi siamo qui con i dirigenti regionali per informare il settore della pesca sugli aiuti che la regione sta mettendo in campo con un decreto che uscirà nei prossimi giorni. Tuttavia, siamo qui anche per parlare di un nuovo progetto, Super Ice, avviato insieme al Dipartimento della Pesca proprio qui a Mazara del Vallo. Il fine ultimo sarà quello di sperimentare gli effetti che questo nuovo tipo di ghiaccio può avere sulla conservabilità dei prodotti ittici”.


La manifestazione, prevista per il prossimo ottobre, come detto si farà e rappresenterà proprio un punto di forza a fronte dell’emergenza pandemica che molti cittadini stanno cercando di lasciarsi alle spalle. Secondo le dichiarazioni del Presidente Nino Carlino i dettagli saranno presentati nei prossimi giorni con le relative misure di precauzione ai fini di garantire la sicurezza pubblica. Mazara del Vallo sarà dunque teatro del tanto atteso evento, con una regia operativa e qualificata che cercherà di attrarre quanta più gente possibile, offrendo l’opportunità a partecipare.