Ulteriore e prestigioso riconoscimento per l’Azienda vinicola Bonsignore Baglio e Vigne, a significare la bontà e il successo dell’idea e del progetto imprenditoriale nato nel 2016. E’ risultata infatti vincitrice per la categoria Cantine del contest “Food4Excellence“, il meglio del Made in Sicily” un progetto digitale promosso da UniCredit, giunto alla terza edizione e dal titolo “I paesaggi, le tradizioni, i mestieri, i luoghi simbolo che rappresentano il territorio dove opera la tua azienda”.

Una grande soddisfazione per Luigi Bonsignore e Debora Greco, uniti nella vita matrimoniale ma soprattutto determinati a trasformare in successo imprenditoriale una scommessa che – nel giro di 5 anni dalla gestione, in contrada Giddio a Naro nell’agrigentino, di una tenuta di 13 ettari che chiamano Bonsignore Baglio E Vigne, – li ha portati a realizzare vini di grande qualità che hanno conquistato i mercati e i palati dei consumatori più esigenti.

E anche il contest Food4Excellence, promosso da Unicredit in collaborazione con FeedBack, li ha premiati nella categoria Cantine con 211 voti, in una gara che li ha visti concorrere con altre aziende emergenti e innovative che nel progetto digitale, nato da una intuizione di UniCredit, hanno identificato un’utile strumento per affermarsi e per affrontare le sfide della crescita e della competitività.

Dalla loro testimonianza ricaviamo la soddisfazione per la vittoria. “Abbiamo accettato di buon grado di partecipare a Food4Excellence – afferma Luigi Bonsignore – Ci è sembrata una buona occasione e in definitiva si è rilevata una vetrina digitale rivolta alle aziende dell’agroalimentare siciliano che vogliono, come noi, crescere e raggiungere nuovi mercati e consumatori attraverso canali e attività digitali come contest e promozioni online”.

Mentre Debora Greco ci spiega le ragioni della scelta della foto inviata. “La foto in bianco e nero che ci ritrae insieme ai nostri figli, con alle spalle il cuburro di età neolitica che si trova all’interno della nostra azienda (costruzione in pietra secca che da, tra l’altro, il nome a un nostro vino di punta il Cuburro Nero d’Avola), è quella che pensavamo meglio rappresentasse il luogo dove è nata l’azienda, il paesaggio in cui opera, i luoghi che la circondano, la cultura e la storia di cui è espressione e soprattutto i valori della tradizione familiare e del legame generazionale. Gli stessi valori familiari  e tradizione vitivinicola – chiosa Debora– che mi hanno permeato nei vent’anni in cui ho lavorato nell’azienda vitivinicola paterna, dedicandomi al commerciale e al marketing e che ora spero di trasferire ai nostri figli, la terza generazione che spero continuerà a credere nella viticoltura di qualità del nostro territorio”.

Ricordiamo che l’azienda Bonsignore Baglio e Vigne si estende su circa 15 ettari, a circa 300-400 metri sul livello del mare, in una zona particolarmente vocata alla coltivazione del Nero d’Avola e del Grillo, all’interno del percorso della Strada del Vino e dei Sapori della Valle dei Templi di Agrigento. Dai tre varietali coltivati, Nero d’Avola, Syrah e Grillo, con cura, attenzione e passione, vengono prodotti tre vini di qualità come CUBBÙRO (Nero d’Avola e Syrah), IO (Nero d’Avola) e OI (Grillo)

Nel podere, inoltre, insiste un vecchio edificio del 700, un baglio di 900 mq la cui ristrutturazione è in via di conclusione e in cui sarà realizzato un resort di lusso con 6 suite, ciascuna con mini spa, sale degustazioni, piscina. Un’azienda quindi proiettata al futuro ma dalle solide radici e tradizioni familiari, un concetto esemplificato dalle parole con le quali Luigi e Debora hanno accompagnato la foto del contest:

Ritorno al futuro – Per costruire il futuro è necessario tornare al passato: rispettare la storia ed la tradizione del nostro territorio, esaltandone le caratteristiche e le peculiarità. Con questi valori vogliamo far crescere la nostra famiglia e la nostra azienda”.

Commenta con Facebook