Ora più che mai, le imprese sociali siciliane non possono farsi sfuggire le scadenze più importanti  per partecipare ai bandi pubblici o per portare a termine gli obiettivi di startup o aziende già “adulte”. Anche per questo Impact hub di Siracusa, incubatore di imprese sociali e spazio di coworking,  ha aderito a “Solidarietà Digitale”, l’iniziativa del Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione e da subito offre gratuitamente, on line, servizi di aiuto alle imprese siciliane. È il contributo sociale dell’unico Impact Hub siciliano al territorio sociale e produttivo dell’Isola. Il servizio è già stato pubblicato sul sito solidarietadigitale.agid.gov.it 

Il primo servizio offerto si chiama “Caffè digitali” e mette a disposizione di tutti gli operatori del mondo profit e non profit, professionisti e imprenditori consulenze online di supporto di 30 minuti totalmente gratuite su business e accesso al credito, progettazione per la partecipazione a bandi, responsabilità sociale e impatto di impresa, brand identity e comunicazione. Sono già arrivate numerose richieste a seguito degli avvisi sui social network.

Impact Hub Siracusa si sta inoltre impegnando  a diffondere, sempre gratuitamente, i servizi utili alla comunità in questo momento difficile raccogliendo le segnalazioni dei servizi di supporto in questo momento difficile, offerti da startup, imprese, organizzazioni, enti o singoli; le segnalazioni saranno successivamente divulgate attraversi i propri canali, dedicati e pubblici. Infine, sempre  nell’ambito del contrasto al Covid 19, Impact Hub Siracusa lancia   il “Social lunch virtuale- Storie intorno al tavolo, tra cibo e idee innovative”, ogni mercoledì a partire dal 25 Marzo, dalle 13 alle 14, un pranzo on line a settimana per parlare di cibo e di soluzioni innovative per produrlo, distribuirlo e consumarlo

Il 25/3 l’ospite sarà Lorenzo Cannella di Mangrovia, che insieme ad Arturo Mannino di Ittica Siciliana, produce pesce e verdure attraverso l’acquaponica. Un sistema a ciclo chiuso che permette di ridurre il consumo di acqua, non impattare l’ambiente, non sovrasfruttare il terreno e non il non utilizzo di pesticidi.

Il secondo appuntamento (1 aprile) è con Monica Fiumara di Azienda Agricola Biologica Jancarossa che si occupa di agricoltura biologica, naturale e rigenerativa da 28 anni. È un tecnologo alimentare e un’erborista.

Il terzo appuntamento (8 aprile)  è con Irene Carrara di Fi.Co.S (Filiera corta siciliana) , una storia di migrazione al contrario. Milanese di origine, da sempre attratta dal Sud. Ha studiato economia dello sviluppo e antropologia, con lo sguardo sempre rivolto alle diverse forme di gestione del territorio.

Per usufruire dei servizi, basta scrivere a siracusa.info@impacthub.net e collegarsi al sito https://siracusa.impacthub.net  “Nel nostro network internazionale di Impact hub, fare rete e comunità all’insegna dell’innovazione è un obiettivo giornaliero. – dice Rosario Sapienza, co founder e Ceo di Impact Hub Siracusa- Lo è a maggior ragione in questi difficili giorni che mettono alla prova le nostre reti sociali  e la nostra economia. Da Siracusa facciamo la nostra parte guardando al territorio e, molto più in generale, ad un’Italia che non merita di rimanere sola”.