grappolo di Zibibbo

Un’azienda agricola che nasce nei primi anni dell’800, anzi 3 aziende di 3 famiglie: Alagna, Caruso, Angileri, che in quel di Marsala e dintorni possedevano bei vigneti.

Era il tempo che il vino Marsala, grazie agli inglesi Woodhouse, Whitaker, Ingham andava come l’acqua e le 3 famiglie marsalesi, separatamente, ne producevano il vino base a cui si aggiungeva l’alcol per essere spedito a navi intere nella terra di Albione. Cosa non facile in Sicilia, le 3 famiglie, che nel frattempo si imparentano tra loro, decidono nel 1970 di mettersi insieme costituendo una cooperativa agricola. Ma sono ancora 3 cantine, 3 organizzazioni distinte quindi non ottimali. Nel 1997 comprano una cantina grande, nel centro di Marsala, la Vinci che era in brutte acque economiche, si scioglie allora la cooperativa, si crea una srl e nasce la nuova Cantine Vinci.

Gli ettari di vigneto sono circa 100 per il 60% rossi di Nero d’Avola, Syrah, Merlot e poco Perricone, per il resto Grillo, Catarratto e Zibibbo di cui si vantano di essere stati tra i primi ad impiantarne nelle terre sicule al di fuori di Pantelleria. Presidente è Ignazio Caruso, commerciale Filippo Alagna, enologo Damiano Angileri che si serve della consulenza di Pasquale Papiro. A listino 7 vini secchi a denominazioni e non, 6 da dessert, 3 aromatizzati molto richiesti all’estero, 5 da Messa, 1 Marsala superiore riserva Oro, più tanto Marsala che viene venduto all’industria alimentare.

I vigneti si estendono da quote a livello e vicino al mare fino a colline di 450m, terreni di varia composizione e sulla base di questi sono state impiantate le varietà più adatte, non hanno certificazioni biologiche ma seguono un comportamento di riduzione dei trattamenti: zolfo e rame ed eccezionalmente quando strettamente necessario qualche fitofarmaco, concimazioni organiche con stallatico. L’intento è quello di rispettare le caratteristiche delle uve in base al terroir, cercare una via naturale anche in cantina per esaltare i profumi e prediligere la piacevolezza gustativa. Il risultato è anche un ricco palmares nei concorsi a cui partecipano.

Recensiamo 2 vini: il Passito 2018 Igt Terre Siciliane da uve di Zibibbo che per i regolamenti non può classificarsi in una Doc perchè riservato alla sola isola di Pantelleria e l’Origine 2018 Sicilia Doc.

Lo Zibibbo è la versione sicula del vitigno aromatico Moscato d’Alessandria, si è sviluppato nell’isola di Pantelleria, poi si è diffuso anche nell’entroterra trapanese. Cantine Vinci lo coltiva nelle vigne vicino al mare in terreni sabbiosi misti a calcareniti. E’ vendemmiato  a mano e una parte dei grappoli è posta ad appassire nei graticci, l’altra, diraspata, fermenta molto lentamente per 60 giorni a bassa temperatura, dopo 15 giorni l’uva passa è aggiunta al mosto in fermentazione, questa macerazione si prolunga per 3 mesi per estrarre gli zuccheri e gli aromi dall’uva; al raggiungimento dei 140g/litro di zuccheri ed un grado alcolico di 14 si svina e si affina in acciaio ed in bottiglia.

Nel calice il Passito Vinci rivela un bel colore ambra dorato brillante; all’olfatto tanta inebriante uva passa fresca e profumata, miele, pasticceria, albicocca, datteri, fichi secchi, mandorla, finissimo, invoglia a tuffarvi il naso; al palato da un naso così aromatico ci si potrebbe aspettare una dolcezza eccessiva invece è dolce al punto giusto inoltre con una sottile acidità che lo rende armonico, è un vino da dessert pieno, viscoso, con l’uva passa e l’albicocca che si sprigionano, lungo, perfetto. Fantastico apprezzarlo col panettone classico e con la pasticceria secca. Il prezzo irrisorio  è di 10 euro.

L’Origine è un blend di Nero d’Avola e Perricone, le vigne sono a quote di 200 m in terreni misto argillosi con impianto di irrigazione. Dopo la malolattica affina per 3 mesi in barrique usate e oltre 2 in bottiglia. Nel calice il colore è rosso rubino brillante; profumi di amarena, lampone, prugna poi liquirizia e pepe nero, è franco, fine, giovanile; al palato è di rotonda armonia con tannini particolarmente morbidi, acidità vivace ed equilibrata, bocca spigliata sostenuta da una corretta struttura, piacevole bevibilità; vino da apprezzare giornalmente che accompagna le carni e i formaggi spendendo solo € 9.

Cantine Vinci
via Trapani 7 Marsala (Tp)
tel. 0923 989300
www.cantinevinci.it