A Palazzo Chigi hanno cerchiato di rosso due date. La prima: dopodomani, venerdì 13 novembre. Quel giorno, il ministro della Salute Roberto Speranza firmerà un altro pacchetto di ordinanze che potrebbe far scomparire quasi del tutto il giallo dalla mappa d’Italia, elevando ad arancioni o rosse quasi tutte le Regioni del Paese. La seconda data è martedì 17 novembre.

L’ultimo monitoraggio Iss-ministero della Salute del 9 novembre, con un Rt che a livello nazionale ha raggiunto l’1.7, è tornata d’attualità la possibile proposta di un nuovo lockdwn simile a quello di marzo scorso.

Si sono già schierati a favore di un nuovo lockdown nazionale i medici italiani, che negli ultimi giorni hanno spiegato come la situazione negli ospedali sia già arrivata al collasso. Anche gli anestesisti hanno chiesto di chiudere tutto per cercare di scongiurare la situazione che si era creata nei mesi di marzo e aprile