woman with shopping between store shelf copy space

Una nuova incognita sulla grande distribuzione siciliana, già martoriata da crisi economiche e vertenze occupazionali.

Coop Alleanza 3.0 si disimpegna in prima persona dalla Sicilia con la dismissione di tutti i punti vendita del territorio a favore dei privati tramite un sistema di franchising.

La Coop lascia la Sicilia e si teme per il futuro di circa 1000 lavoratori. “Siamo rammaricati per la decisione di Coop di lasciare la Sicilia. Chiunque sia a subentrare, chiederemo che vengano garantiti livelli occupazionali e condizioni normative, salariali e contrattuali”. Lo afferma Marianna Flauto, segretario generale della Uiltucs Sicilia.

“C’è grande amarezza e rabbia – spiega Davide Foti, segretario generale Filcams Cgil di Catania – per la decisione di Coop. Da diversi anni i lavoratori hanno subìto varie riorganizzazioni e il ricorso agli ammortizzatori sociali. Coop aveva promesso di avviare un piano di sviluppo e nuove aperture, ma tali impegni sono stati sistematicamente disattesi”.