Le immagini della movida alla Vucciria, con tanti giovani accalcati e senza mascherina, hanno fatto il giro di tutte le televisioni regionali e nazionali. L’indignazione popolare, dettata dal comportamento poco responsabile dei ragazzi della movida nel quartiere storico della città, ha provocato anche le reazioni del Sindaco di Palermo Leoluca Orlando e del Presidente della Regione Nello Musumeci che hanno minacciato la chiusura dei locali della zona nel caso di altri episodi simili.

Oggi la Taverna Azzurra, locale storico in piena Vucciria e da anni punto di riferimento e di incontro dei ragazzi palermitani e degli studenti universitari provenienti da tutta la Sicilia che studiano in città e di quelli stranieri che vengono a fare l’Erasmus, ha annunciato che chiuderà il locale fino a data da destinarsi.

“Constatata l’incompatibilità tra la Taverna Azzurra e le norme vigenti sul distanziamento sociale – dichiara Pietro Sutera, uno dei titolari– e consapevoli dell’impossibilità di esprimerci al massimo, chiudiamo fino a data da destinarsi. Lo spirito della Taverna Azzurra è sempre stato quello di aggregazione, un luogo multietnico dove non c’è differenza tra ceti sociali. In queste condizioni si perderebbe questo spirito e le norme attuali nel nostro locale sono inattuabili. Abbiamo deciso quindi di chiudere e riaprire quando la situazione migliorerà e i nostri affezionati clienti potranno venire alla Taverna Azzurra in massima sicurezza.”