????????????????????????????????????

E’ mancato Paolo Marzotto lunedì scorso all’età di 89 anni, uno dei protagonisti della rinascita del vino siciliano e l’ultimo tra i figli maschi di Gaetano Junior ancora in vita, dell’omonima dinastia tessile di Valdagno (Vicenza). Il conte Paolo lascia la moglie Caroline, sposata in seconde nozze, e le figlie Veronica e Dominique (figlie della prima moglie Florence, scomparsa nel 2012). Dopo aver contribuito, assieme ai fratelli, a far crescere l’omonima impresa del tessile e dell’abbigliamento di famiglia, Paolo Marzotto si era allontanato dal settore per dedicarsi alla produzione vitivinicola, collaborando alle attività del Gruppo Santa Margherita, polo vitivinicolo fondato a Portogruaro nel 1935 da Gaetano Junior.

Ma il conte Paolo nutriva altre passioni ed era finito spesso sulle cronache nel secondo Dopoguerra anche per le imprese sportive. Amava la caccia ma soprattutto il volante, ed era stato uno dei dominatori delle magiche stagioni legate ai primi circuiti automobilistici e competizioni d’epoca.

Il conte amava tanto la Sicilia che nel 1997 si trasferì dal suo Veneto per produrre vino in Sicilia, fondando Baglio di Pianetto, azienda vitivinicola con sede e vigneti nel territorio di Santa Cristina Gela, a pochi chilometri da Palermo. Baglio di Pianetto era il progetto vitivinicolo che il conte cullava da tempo, in definitiva la realizzazione del suo sogno di produrre vini di alta qualità, che potessero combinare l’unicità e la tradizione delle uve siciliane, alla raffinatezza dei vitigni francesi. Una perdita grave per il movimento vitivinicolo italiano difficilmente colmabile. Alla famiglia vanno le condoglianze della redazione di allfoodsicily.it