La pericolosità di contagio del coronavirus Covid-19 ha imposto una serie di elementi comportamentali che, se osservati, consentono di ottenere risultati positivi. Anche nell’ambito gastronomico il virus impone anche uno stile a tavola, il tutto finalizzato a rafforzare il sistema immunitario, che gioca un ruolo cruciale nella difesa del nostro organismo.

Anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha esplicitato che anche a tavola è opportuno consumare alimenti specifici che ci permettono di rafforzare il nostro sistema immunitario tanto da prevenire infezioni virali e batteriche.

Purtuttavia, chi può permettersi una “dieta antivirus” può indirizzarsi nel consumo di cereali integrali, pesce, riso, uova, frutta verdura.

Ma dove si trovano questi elementi?  Diversi nutrizionisti sostengono che la migliore alimentazione consiste nel consumare essenzialmente molta frutta e verdura, cioè alimenti ricchi di vitamine A, capace di mantenere l’integrità strutturale e funzionale delle cellule della mucosa delle vie respiratorie); il gruppo della B, queste vitamine aiutano a ridurre stanchezza  e  affaticamento,  stimolano  le  difese  immunitarie,  sono  importanti  per  lo sviluppo del sistema nervoso, che aiutano a trasformare il cibo in energia; la vitamina B6, è un’ottima alleate delle difese immunitarie, soprattutto favorisce la proliferazione, e differenziazione e maturazione dei linfociti, le cellule del sistema immunitario così come nella produzione di anticorpi è presente nei legumi, patate, lievito e farine e cereali integrali, carne, pesce e frutta.

La vitamina C si trova principalmente negli alimenti di origine vegetale, spiccano per l’apporto di acido ascorbico: agrumi, altri frutti aciduli (come i kiwi e le mele), i peperoni, il prezzemolo, i cavoli, le fragole, lattuga, patate e broccoli. ecc.

La vitamina C è un nutriente molto delicata che deperisce con la conservazione e varie manipolazioni, data la sua termolabilità, in seguito a cottura, ne rimangono quantità decisamente inferiori. Le funzioni principali della vitamina C gravitano attorno alla riparazione dei tessuti corporei, alla produzione di alcuni neurotrasmettitori, al funzionamento di numerosi enzimi, alla funzione immunitaria e a quella antiossidante. Il limone è importante per la difesa cellulare grazie alla Vitamina C di cui è ricchissima, tra le proprietà risulta: alcalinizzante, fungicida e digestivo.

Risultano fondamentali anche il consumo dei minerali, in particolare zinco e selenio, sostanze che aiutano il nostro organismo a mantenere elevati i livelli di difesa del corpo. Lo zinco, ha un’azione antiossidante in grado di differenziazione delle cellule immunitarie, in particolare aiuta a mantenere l’integrità della pelle e delle mucose che sono delle vere e proprie barriere di difesa nei confronti di agenti patogeni. Lo zinco è presente nella carne di manzo, le uova, il latte e latticini, nel pesce, e nei cereali integrali, uova, asparagi, lenticchie, piselli.  

Un’altra fondamentale vitamina è la D, capace prolifera le cellule immunitarie, la troviamo nell’olio di fegato di merluzzo e tuorlo d’uovo. Ora che cominciano le belle giornate si può lucrare questa vitamina, esponendosi, in balcone e nel terrazzo, al sole almeno mezz’ora al giorno.

L’olio extravergine di oliva, composto prevalentemente da acidi grassi e fosfolipidi, giocano un ruolo attivo e fondamentale per il riequilibrio della membrana cellulare bianca del sangue, ovvero i linfociti. Assumere un ottimo olio evo, ricco di polifenoli è la miglior soluzione anche dal punto di vista nutraceutico.

Un po’ di attività fisica risulta salutare. Improvvisiamo una palestra a casa. Torna utile il bastone della scopa per fare esercizi, camminare anche attorno al tavolo del soggiorno, con una stuoia per terra possiamo fare degli esercizi, salire e scendere le scale, oppure utilizzare delle bottigliette di acqua come pesi, insomma l’attività fisica, anche moderata, risulta indispensabile.

A complemento di tutto questo è anche possibile aggiungere degli integratori di vitamine e oligoelementi, così da implementare il consumo abituale di queste sostanze.

Per chi fuma è l’occasione buona per togliersi il vizio poiché riduce le difese dei polmoni, esponendo i fumatori a maggiori rischi.

Le vere regole di prevenzione contro il Covid-19 restano le solite:

  1. lavarsi spesso le mani con acqua e sapone o con soluzioni a base di alcol,
  2. coprirsi la bocca quando si tossisce o starnutisce,
  3. mantenere una distanza di almeno un metro da altre persone quando starnutiscono o tossiscono, oppure se hanno la febbre.

Vi ricordiamo inoltre di restare a casa.