Creme brulée alla liquirizia

Franco Agliolo un nebrodiense che finito l’alberghiero gira letteralmente il mondo dove impara ed esprime il mestiere di chef; rientrato in Italia altre importanti esperienze con grandi chef finchè nel 2013 inaugura il suo locale Ristorante Ambrosia a Sant’Agata di Militello dove propone una cucina contemporanea di mare ma specialmente di terra, con ingredienti del territorio dei Nebrodi, esaltati al massimo per regalare un’esperienza di gusto. Socio della Federazione Italiana Cuochi con cui partecipa ad importanti eventi proponendo i suoi piatti. Unico ristorante della provincia messinese ad occupare un ottimo posto nella categoria trattoria -osterie di Top 50 Italy, la guida online curata da Luciano Pignataro.

Ci propone una sua facile e originale ricetta di un dessert: Creme brulèe alla liquirizia

Ingredienti:

  • 400 g di panna fresca
  • 400 g di latte fresco
  • 120 g di zucchero semolato
  • 10 tuorli
  • 1 radice di liquirizia
  • zucchero di canna q.b.

Mettere in un tegame il latte, la panna e la radice di liquirizia e portare ad ebollizione.

Nel frattempo separare i tuorli aggiungervi lo zucchero semolato e versarli nel tegame appena raggiunto il punto di ebollizione. Mescolare bene e filtrare il tutto.

Versare il composto negli stampi e posizionarli in una teglia con dell’acqua per la cottura a bagnomaria.

Cuocere in forno preriscaldato a 150° per 1 ora. Far raffreddare e lasciare rassodare per un paio di ore in frigo. Al momento di servire, cospargere la superficie della crema con zucchero di canna e caramellare con l’aiuto di un cannello da cucina oppure sotto il grill del forno fin quando lo zucchero non sarà caramellato.