Da metà marzo, quando è iniziato il lockdown in Italia, il traffico aereo da e per la Sicilia si è praticamente azzerato, eccezion fatta per qualche volo da e per Roma. Adesso, con le riapertura, le compagnie aeree riattiveranno le linee da e per la Sicilia e gli aerei torneranno ad atterrare e decollare negli aeroporti dell’isola. A luglio invece ripartiranno i voli da e per l’estero. Ma molto dipenderà dalla curva dei contagi, perchè in caso di aumento in una o più regioni o stati stranieri potrebbero esserci nuovamente blocchi.

Dal 2 giugno Alitalia ripartirà con 4 voli d’andata e 4 di ritorno da Fiumicino per Palermo e Catania. Stessa data per i voli da Milano Malpensa per Palermo e Catania dove saranno previsti due voli di andata e ritorno giornalieri. Anche Ryanair è tornata a riprogrammare e vendere i suoi voli, con quelli nazionali in vendita dal 21 giugno e quelli internazionali dal 2 luglio. Proprio dalla famosa compagnia low cost irlandese arriva una gradita notizia, infatti, dopo anni d’assenza, Ryanair tornerà a volare su Trapani Birgi riattivando dal 21 giugno la tratta per Bologna e, da luglio,  i collegamenti nazionali con Pisa e Bergamo Orio al Serio e quelle internazionali con Malta, Praga e Karlsruhe/Baden-Baden.

Anche Volotea è pronta a ripartire sull’isola con i primi voli programmati da Palermo per Napoli dal 12 giugno e per Olbia il 14. Lo stesso da e per Catania. Inoltre la compagnia spagnola dal 3 luglio inaugura due nove rotte: Palermo-Trieste; Catania-Torino. A partire dal 5 giugno,infine, la compagnia la Air Dolomiti proporrà quattro voli settimanali da Palermo e Catania per Firenze.