Pionierismo & vino, anche in tempi di quarantena e tecnologia avanzata. Approda alla terza settimana l’appuntamento del giovedì pomeriggio (23 aprile, ore 18 spaccate) con Degu… stanza, degustazione tecnica e chiacchierata a due voci (e due volti) che ha fatto da apripista in Sicilia alle adunate in diretta web degli aficionados del vino. Ogni settimana, calici in mano, Maria Antonietta Pioppo, la prima master sommelier siciliana, dal profilo Instagram di Prezzemolo & Vitale accoglie produttrici e produttori dell’Isola per degustare insieme un’etichetta.


Nel suono un po’ appuntamento irrinunciabile alla spaghetti western e nel concetto degustazione sicura al riparo dei propri salotti, stavolta Degu… stanza ospiterà Fabio Sireci della cantina Feudo Montoni e il suo poderoso Nero d’Avola Vrucara. Equilibrato pur se mai dentro le righe degli spartiti oggi più diffusi di interpretazione di uno dei vitigni principe di Sicilia, il Nero d’Avola di Feudo Montoni è espressione di un territorio, quello di Cammarata, franco e spigoloso, ricco e dai bilanciamenti aguzzi nei sentori e nei sapori. Buono con forza, cortese senza complimenti e senza facili rotondità al palato.


Nelle puntate precedenti, la Pioppo aveva accolto Gaspare Triolo di Terre di Gratia e il suo rosato da Perricone, vino di rara e delicata potenza e potenzialità. Eleganza ardita e decisa di un vitigno, il Perricone o Pignatello, che in rosa, colto nello splendido vigneto digradante di Camporeale, non perde nulla in forza espressiva anche vestendo l’abito più delicato. E poi Maria Possente, dell’omonima cantina in terra d’Alcamo, che ha degustato insieme con la sommelier e i visitatori collegati gli aromi del suo Grillo che, una volta stappato, sboccia. Dagli occhi, alle narici, al palato.