Il 2020 celebra i 10 anni della dichiarazione Unesco che ha riconosciuto la Dieta Mediterranea “Patrimonio immateriale dell’Umanità”.

L’Idimed, Istituto per la promozione e la valorizzazione della Dieta Mediterranea, organizza, un “festeggiamento virtuale” insieme agli amici che hanno lavorato, nel corso degli anni, per informare, raccontare, promuovere, spiegare e far conoscere meglio il patrimonio che i nostri nonni ci hanno lasciato in eredità. L’evento ospiterà istituzioni e amministratori, scienziati, chef, artigiani, imprenditori, giornalisti, esperti di comunicazione, formatori, scrittori, medici e specialisti, appassionati ed esperti del settore enogastronomico, turistico, del marketing e dello sviluppo locale … .

La “Dieta Mediterranea” assume per noi il significato di “Stile di vita” comprendendo insieme: identità gastronomica, biodiversità alimentare, cultura e tradizione, sostenibilità ambientale, economica e sociale. L’Istituto Idimed, dall’anno della sua fondazione, il lontano 2011, ha agito, da sempre in maniera proattiva e con grande senso di responsabilità, sinergicamente alle istituzioni pubbliche e private, per promuovere un nuovo modello di crescita del territorio siciliano al suo interno e, verso l’esterno, per presentare una immagine positiva delle nostre eccellenze paesaggistiche, ambientali, agroalimentari, artistiche, all’interno di una cornice fatta di identità, salute e sostenibilità.

Promuovendo e valorizzando le eccellenze enogastronomiche e ponendo in primo piano il benessere e il sano della Dieta Mediterranea, come luogo di civiltà e di identità culturale, e ancora, la sostenibilità ambientale come unico volano di sviluppo integrato del territorio. La scelta degli alimenti che compongono la dieta mediterranea e in particolare, delle dosi e delle modalità di consumo e trasformazione delle stesse, è infatti basata sulle principali conoscenze che la ricerca scientifica ha potuto solidamente confermare, in decenni di ricerche cliniche ed epidemiologiche sul ruolo dell’alimentazione e dello stile di vita nella genesi delle malattie croniche che caratterizzano il mondo moderno.

Riteniamo inoltre che il cibo rappresenti l’occasione per “far gustare” il territorio attraverso una immersione e un coinvolgimento diretto del fruitore nelle specialità culinarie, culturali e ambientali che caratterizzano i luoghi di origine degli alimenti. Per questo la Sicilia può essere definita la patria della Dieta Mediterranea, una terra meravigliosa, da ricordare a chi già la conosce, da presentare a chi non l’ha mia conosciuta, da raccontare a tutti quelli che … nel tempo verranno a scoprirla.

L’evento è stato co-organizzato in collaborazione con TED TRIP, Assoprovider, Nowtech di Napoli, Ernesto Romano, Roberto Raimondi e Giulia Fici.

Appuntamento il 16 novembre, dalle ore 17,00 alle ore 18,30 per la live della “maratona” di interventi dedicati alla Dieta Mediterranea che ci regaleranno un consiglio, un aneddoto, una raccomandazione, un libro, una esperienza, un progetto, una ricetta, un progetto, un ricordo, una speranza.

A seguire il programma degli interventi:

Presentazione dell’iniziativa a cura di Francesca Rita Cerami, Idimed – Matteo Fici e Giusi Carioto, Tedtrip

Primo focus: 17.00 – CULTURA

  • Aurelio Angelini, il patrimonio Unesco
  • Dino Trapani, i luoghi dell’abitare
  • Franco Andaloro, la biodiversità
  • Girolamo Lo Verso, il Mediterraneo
  • Intervallo gustoso a cura dello chef Gianluca Interrante: L’olio EVO e la DM, Ted Tedtrip

Secondo focus: 17.30 – SALUTE

  • Giuseppe Carruba, Claims salutistici
  • Francesco Sottile, sostenibilità
  • Salvatore Cacciola, benessere sociale
  • Beppe De Santis, progettazione e genius loci
  • Intervallo gustoso a cura del pizzaiolo “Enzo Coccia” presentato da Antonio Aprea, Nowtech Napoli

Terzo focus: 18.00 – COMUNITÀ

  • Mario Liberto, libri e identità
  • Michele Balistreri, evento Bio in Sicily 2020
  • Fabio Sciortino, evento Expocook 2020
  • Vito Cudia, progetto “Cultura e gusto siciliano: legalità e sviluppo” 2020
  • Francesco Nicoletti, Primo Parco Mondiale dello stile di vita Mediterraneo