Nella conferenza stampa appena conclusa del premier Giuseppe Conte sono state annunciate le misure del nuovo dpcm atte a diminuire i contagi da covid-19 che negli ultimi giorni sono impennati. Si temeva la chiusura di bar e ristoranti alle ore 22 come trapelato nei giorni scorsi ma, almeno per il momento, ciò è stato scongiurato.

Per bar, pub e altri locali non sarà possibile la vendita non al tavolo a partire dalle 18 e non più dalle 21 come prevedeva il dpcm della settimana scorsa. I ristoranti possono stare aperti fino alle 24 ma i ristoratori dovranno affiggere fuori dal locale il numero massimo di persone che può contenere contemporaneamente il locale e servire massimo sei persone per tavolo. L’apertura di bar, pub e ristoranti può avvenire dalle ore 5 del mattino. Resta consentita per bar e ristoranti la vendita da asporto e domicilio.

I sindaci avranno la possibilità di chiudere strade e piazze particolarmente frequentate alle 21. E’ stato deciso, inoltre, lo stop a sagre e fiere locali nell’ottica di ridurre al minimo gli assembramenti pubblici. Chiuse alle 21 anche i centri scommesse e le sale bingo.