Pochi minuti fa è andata in onda la conferenza stampa del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte che ha anticipato alcuni punti previsti nel decreto che apre di fatto la fase 2. Dal 4 maggio è sempre vietato spostarsi in un altro comune (dal 18 maggio dovrebbe essere tolto il vincolo e consentiti gli spostamenti da comune a comune) e in altre regioni se non per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e motivi di salute. Sarà inoltre obbligatorio indossare le mascherine in luoghi pubblici e mezzi di trasporto.

Tra le novità più rilevanti ci sarà la riapertura di bar e ristoranti ma solo per il servizio di asporto con i clienti che potranno entrare uno per volta rispettando le distanze di sicurezza e con l’obbligo di consumare gli acquisti in casa oppure in ufficio. Inoltre ci sarà la possibilità di visitare i parenti ma non di fare riunioni di famiglia. Anche l’attività motoria e sportiva sarà nuovamente consentita ma rispettando sempre le misure di sicurezza e la distanza almeno di un metro.

Bar, ristoranti, barbieri, parrucchieri e centri estetici potranno riaprire al pubblico dall’1 giugno.