FoodBus è il sogno di due grandi amici, Giorgio e Luca, che hanno deciso di dar vita al proprio progetto imprenditoriale nel 2020, l’anno più complicato dal secondo dopo guerra.

L’idea di FoodBus è quella di proporre una ristorazione itinerante unita alla proposizione street food d’eccellenza grazie a un autobus inglese a due piani in cui sono presenti, al primo piano, un’attrezzata ed efficiente cucina e, al secondo, un’elegante e moderna sala panoramica con 22 posti a sedere. 

Giorgio e Luca hanno trent’anni e un grande sogno nel cassetto che oggi prende il nome di FoodBus e…non è più soltanto un sogno. Hanno entrambi una formazione ultra decennale nel settore Food&Beverage; hanno fatto tanta gavetta all’estero ma è dalla Sicilia che vengono ed è lì che hanno lasciato il cuore.

Oggi hanno costruito la fantastica opportunità di portare la Sicilia in viaggio attraverso un’offerta unica, un menù originale e prelibatezze selezionate. È un progetto con un cuore pulsante siciliano, un cuore sancataldese, di quell’entroterra afoso ma per nulla arido, neanche di idee. 

Il sogno è diventato realtà. Dopo una ricca formazione sul campo, esperienze uniche e anni trascorsi a lavorare all’estero – tra Ginevra e Stoccolma – i due hanno compiuto una scelta coraggiosa: tornare nella loro terra, la Sicilia, riempire uno zaino di idee e tradizioni culinarie e partire su un autobus inglese a due piani, rosso fiammante.

“Era fortissima la voglia di collocare il primo mattoncino del nostro progetto – racconta Giorgio – a forte identità siciliana. Eravamo desiderosi di riscatto e di realizzare finalmente qualcosa con una forte impronta personale. Certo non ci aspettavamo di essere costretti ad un continuo ed estenuante stop and go causato dalle restrizioni ad intermittenza anti-covid e tanti altri piccoli e grandi ostacoli dovuti all’incertezza di un anno davvero difficile e particolare.”

“La lunga attesa e i lavori completamente fermi per la costruzione del mezzo non hanno certo aiutato. – continua Luca – Passavano i mesi ma non ci è mancato il coraggio e la pazienza. Abbiamo aspettato e, quando è stato possibile, siamo subito andati a Torino per seguire i lavori della costruzione di FoodBus. Iniziano le riunioni, si delinea qualcosa all’orizzonte e finalmente a marzo 2021 capiamo che l’estate seguente sarebbe stata la nostra. E non ci siamo sbagliati.”

Da pochissimi giorni abbiamo cominciato il nostro viaggio con prima tappa a Rimini dove rimarremo per qualche settimana. Siamo orgogliosi di proporre soltanto materie prime di qualità, prodotti gustosi e sicuri, uniti ad esperienze uniche ed originali. Non solo cucina siciliana ma molto di più. Anche se è dalla nostra Sicilia che parte tutto.”

“Non abbiamo e non avremo mai un menù fisso –chiosa Luca – perché questo cambierà in funzione del luogo in cui ci troveremo, le sue tradizioni culinarie e la stagionalità degli ingredienti. Ci potrete trovare presso i più grandi eventi nazionali e non, oltre che semplicemente per strada, vista mare o vista montagna e su FoodBus sarà anche possibile organizzare eventi privati e aziendali.”