Nocellara del Belice

La famiglia Carlino titolare dell’azienda olearia Val Paradiso rappresenta oggi l’eccellenza non solo dal punto di vista produttivo ma anche in merito all’aspetto colturale dettato da un approccio imprenditoriale lungimirante proprio come si evince dalla creazione di tre oli monovarietali.

L’azienda nasce nel 1980 nel cuore della Sicilia a Naro (Agrigento), e prende il nome dalla contrada “Val Paradiso” dove, tra mandorli di bianco fioriti ed ulivi saraceni, ricadono i fertili terreni di famiglia. Da qui nasce l’olio monovarietale di Val Paradiso per esaltare le peculiarità organolettiche e l’unicità del sapore delle tipiche varietà siciliane di olive; l’idea è quella di raccontare la storia, la tradizione e la diversità dell’isola attraverso un viaggio sensoriale tra i paesaggi e la cultura della Sicilia dell’olio.

In particolare oggi l’azienda presenta tre oli monovarietali di Nocellara del Belice, di Biancolilla e di Tonda Iblea, ognuno di essi ha caratteristiche distintive che si riflettono nell’olio prodotto.

La Nocellara del Belice è tipica della zona del trapanese e di recente della provincia di Agrigento; è caratterizzata da un elevato contenuto di polifenoli e antiossidanti. Dal colore intenso, i suoi oli sono ricchi di fruttato e profumi intensi, con sentori di pomodoro, mandorle, erba sfalciata. Anche amaro e piccante sono di media-alta intensità. Questo olio si sposa alla perfezione con secondi di carne rossa, verdure arrosto, minestre di legumi.

La Biancolilla, è una varietà di oliva tipica della zona centrale Siciliana, in particolare della Provincia di Agrigento; è una varietà delicata, con un amaro e piccante contenuti, sentori di mandorla verde, carciofo. Ed erbe aromatiche. L’olio è ideale per condire insalate, verdure crude, insalate o per preparare salse delicate per pasta fresca.

La Tonda Iblea è una cultivar tipica della Sicilia Orientale ed in particolare delle provincie di Siracusa e Ragusa, nell’agrigentino è conosciuta come Giarraffa. Si contraddistingue per il suo fruttato intenso e ricchezza di profumi (carciofo, pomodoro rosso, erbe di campo); in bocca è facilmente apprezzabile un buon amaro e piccante. In cucina ideale per condire bruschette, antipasti e zuppe.

Gli oli sono certificati I.G.P. Sicilia (Indicazione Geografica Protetta Sicilia) per garantire la provenienza e l’origine delle olive e degli oli, esclusivamente Siciliani o meglio di Naro e Licata (Ag) comuni dove sono ubicate gli uliveti e le aziende agricole di Val Paradiso. Inoltre l’olio è garantito e certificato Biologico da ICEA (istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale) per avere un prodotto senza sostanze chimiche e processi produttivi nocivi alla salute.

“Con la linea dei monovarietali completiamo la vasta gamma di produzione di Val Paradiso, offrendo solo il meglio degli olii e delle miscele siciliane. Si tratta di monovarietali provenienti dalle cultivar più significative siciliane: la Nocellara del Belice tipica della zona del trapanese, la Biancolilla una varietà di oliva tipica della zona centrale Siciliana e la Tonda Iblea eccellenza della Sicilia Orientale. Possiamo fregiarci della menzione di unico brand capace di offrire un vero e proprio viaggio sensoriale nell’eccellenza della Sicilia olearia” ha dichiarato Massimo Carlino proprietario dell’azienda Val Paradiso insieme ai fratelli.

LEGGI ANCHE: Val Paradiso, l’azienda dall’anima green e dal fascino tradizionale per le erbe aromatiche

La produzione di olio monovarietale non si limita solo alla scelta delle varietà di olive, ma prevede anche un’attenzione scrupolosa nella fase di raccolta delle olive in modo da selezionare solo le olive migliori, che vengono poi lavorate entro poche ore dalla raccolta per evitare ossidazioni e garantire la massima freschezza dell’olio.

La scelta di Val Paradiso di produrre tre oli monovarietali nasce dalla campagna, dove tutte le varietà sono singolarmente impiantate e coltivate in modo differenziato, raccolte separatamente e poi molite e stoccate singolarmente nei vari silos.

Ogni cultivar una specifica ubicazione in campagna, una molitura, un silos di riferimento una caratteristica sensoriale. Mancava l’ultima fase: confezionare l’olio e condividere con tutti sapori e tradizioni delle principali varietà autoctone siciliane

La scelta di proporre gli oli monovarietale siciliano non solo garantisce una ventata di freschezza e bontà sulla nostra tavola ed in cucina, ma contribuisce anche a sostenere un’antica tradizione agricola, che da generazioni si tramanda di padre in figlio in terra siciliana.

© Riproduzione riservata