Negli ultimi mesi, causa aumenti di energia elettrica e materie prime, è aumentato tutto anche l’amato caffè al bar a cui gli italiani non vogliono rinunciare. Ma c’è un bar in Sicilia dove l’espresso costa ancora una manciata di centesimi.

Ormai nell’isola difficilmente un caffè costa meno di un euro e in molti casi costa 1,20 € o 1,30 € per via anche degli aumenti dell’energia elettrica e delle materie prime che hanno fatto schizzare alle stelle qualsiasi prodotto. Ma c’è un bar in un piccolo paesino dell’entroterra siciliano, ad Alia in provincia di Palermo, dove il caffè espresso viene venduto all’incredibile prezzo di 30 centesimi, di gran lunga il più basso in Italia.

Addirittura nel bar in via Garibaldi ad Alia di proprietà di Giuseppe Perrone fino al 2020 l’espresso costava soltanto 20 centesimi, un prezzo talmente irrisorio che ha dato tantissima notorietà al bar a cui sono stati dedicati tantissimi servizi nelle televisioni e migliaia di articoli nei quotidiani di tutta Italia. Ma anche gli altri prodotti costano davvero poco, infatti, il caffè macchiato costa 40 centesimi, quello freddo 60, quello corretto 80 e un cappuccino solo un euro.

Fin dal 1960, l’anno di apertura, il Bar Perrone ha avuto il caffè più economico d’Italia, una strategia utilizzata per attirare i clienti che spesso quando entrano al bar oltre al caffè acquistano altro. Nel 1960 il caffè costava 20 lire fino ad arrivare prima del cambio di moneta a 300 lire. Con il cambio con l’euro il caffè è stato venduto a 20 centesimi fino al 2020 ed oggi costa come detto 30 centesimi risultando sempre il caffè più economico d’Italia.

© Riproduzione riservata