Se fino a ieri Maurizio Di Gangi era famoso per la sua pasticceria buonissima e ultra artigianale: sfoglio di Polizzi, dolcetti di mandorla, cassata specie al forno e al pistacchio, amaretti, biscotti, tanto per dire alcuni, da oggi lo sarà anche per il suo Cannolo Gigante.

Lo ammirate in foto accanto a lui, un bestione lungo 80 cm (il cannolo!), un vero trionfo dedicato al dolce icona della Sicilia, quello che potete trovare ovunque nell’Isola e in imitazioni più o meno buone in ogni angolo di mondo. Ma per ammirarlo, e magari farvi un self accanto, non c’è bisogno che vi fiondiate immediatamente a Castellana Sicula, anzi per l’esattezza alla sua borgata Calcarelli. Non c’è pericolo che vada a male o magari che sia già venduto e che non possiate fotografarlo possibilmente accanto al suo creatore Maurizio.

Il cannolo gigante lo troverete sempre nella Pasticceria Di Gangi, ogni giorno, per chissà quanti anni ancora non perché ci siano additivi per farlo durare, Di Gangi non ne usa alcuno in tutta la sua produzione, e nemmeno perché non ci sarà uno che vi ha preceduto e se lo sia portato a casa. Semplicemente perché il Cannolo Gigante è fatto di LEGNO dipinto.

Maurizio di Gangi con lo Sfoglio e la Cassata al pistacchio

L’idea comunque è stata di Maurizio per esporlo come simbolo della sicilianità dei suoi dolci e lo ha realizzato un falegname di Acquedolci (Me). Allora, un motivo in più per recarvi nelle Madonie, appena si potrà, per godervi la natura, i paesaggi, i borghi uno più affascinante dell’altro, e specialmente per gustare le meraviglie per il palato che rappresentano i dolci della Pasticceria Di Gangi, una delle migliori della Sicilia e quindi…del mondo.