Faremo turismo “di prossimità”? Cosa è realmente questa “prossimità” nominata fino ad ora solo dagli addetti ai lavori, ma con la quale sembra dovremo avere a che fare noi turisti? Ecco qui la risposta per capirne un po’ di più e andare in vacanza anche quest’anno, sebbene in modalità riveduta e corretta finché covid-19 non ci abbandoni. In poche parole la prossimità è un’area geografia circoscritta non lontana, identificata in un luogo caratterizzato da tipicità uniche: tradizioni, storia, cultura, habitat e cucina che non si possono scoprire altrove.

Nell’ attuale limitazione degli spostamenti sarà proprio questa prossimità che si trasformerà in una incredibile opportunità che ci permetterà di vivere esperienze di viaggio di altissimo valore e gratificazione sotto tutti i punti di vista.In una Sicilia che vanta uno dei patrimoni più completi per la fruibilità turistica – dalle coste alle aree rurali, dall’archeologia agli habitat naturalistici dall’arte alla gastronomia – a pochi chilometri da casa ci vedremo restituire il benessere psicofisico al quale abbiamo dovuto rinunciare, considerato che gli spostamenti saranno quasi a km0, in pochi giorni si potranno vedere e fare moltissime cose.

A scegliere i vostri luoghi di “prossimità” in Sicilia c’è solo l’imbarazzo e potremmo anche metterci più tempo di quello che immaginiamo per selezionarli in un mosaico così ricco di tessere preziose. Il profumo unico delle atmosfere del Mediterraneo si respira ovunque: dal mare alla montagna, dentro i borghi di pietra come nelle antiche masserie, sui sentieri che percorrono chilometri di sconfinata natura e saperi gastronomici che si perdono nel tempo. Ecco la nostra prossimità: uno scrigno di tesori che aspetta solo di essere aperto e per il quale, da qualche anno a questa parte, sono milioni i visitatori provenienti da tutto il mondo che si mettono in viaggio desiderando di raggiungerci per vivere indimenticabili vacanze.

È il momento buono per essere alternativi e andare alla scoperta di luoghi nascosti come quelli delle aree interne rurali e montane, tra pochi giorni l’estate prenderà il posto che le spetta e organizzarsi in anticipo è sempre meglio per non rischiare di perdere ottime occasioni. Il trend è quello del benessere, su questo non c’è dubbio, abbiamo bisogno di stare all’aria aperta e quale migliore opportunità se non questa, di seguire percorsi naturalistici sul nostro magnifico territorio. Camminare sui sentieri, percorrere itinerari per un week end ma anche per qualche giorno in più, abbinando un soggiorno alla scoperta del paesaggio e all’attività fisica, il buon cibo al relax, scegliendo la soluzione più adatta alle nostre esigenze.

Basterà contattare le guide locali nei vari siti e pagine social, che da tempo lavorano nel settore dei cammini e sono animatori di bellissime esperienze, nonché, testimonial dell’alta qualità del turismo a piedi nella nostra regione. E che per tutti noi siano “buone prossime vacanze”.