Con coraggio ed ottimismo, ma anche con grandi difficoltà, anche quest’anno si farà dal 15 al 17 ottobre il Concorso Enologico Internazionale “Emozioni dal Mondo Merlot e Cabernet Insieme” che giungerà alla XVI edizione. Speriamo che le cantine siciliane partecipino numerose per dimostrare la bontà dei nostri vini.

Entro il 30 settembre dovranno pervenire presso la Vignaioli Indipendenti Sca, che assieme al Consorzio di Tutela Valcalepio organizza il Concorso, la documentazione richiesta ed i campioni di vino.

Ormai questo Concorso, che si svolge in provincia di Bergamo secondo le severe regole dell’Oiv l’Organizzazione Internazionale della Vite e del Vino, è diventato un riferimento enologico in quanto unico al mondo dedicato a questi 2 vitigni internazionali, Merlot e Cabernet, coltivati in ogni angolo della terra, che possono essere in blend, in purezza e anche come incroci tipo Rebo o Incrocio Terzi.

Per la tipologia dei vini partecipanti il Concorso non vanta migliaia di campioni ma per le aziende vinicole che vorranno mettersi in gioco per ottenere le ambite medaglie sarà una bella sfida in quanto da qualche anno la qualità dei campioni si è rivelata così alta che si sono potute assegnare solo medaglie d’oro. L’anno scorso anche una medaglia Gran Oro assegnata al superamento dei 92 punti al Cabernet Sauvignon Rosè austriaco dolce Weinbau Gangl Auslese Rosé nel Burgenland che addirittura dalla giuria dei giornalisti ha ottenuto l’astronomico punteggio di 99,30.

Per le aziende siciliane partecipare al Concorso sarà un motivo anche per dimostrare che il Cabernet Sauvignon o Franc e il Merlot nella nostra isola possono dare vini di rara eccellenza senza sfigurare con regioni dove tali vitigni sono particolarmente rappresentativi. L’anno scorso, avendo apprezzato il neonato Viafrancia Riserva 2014 Doc Sicilia di Baglio di Pianetto, ho spinto l’amministratore Renato De Bartoli a partecipare e con mia grande soddisfazione e chiaramente dell’azienda il vino ha ottenuto la medaglia d’oro. Altra gradita medaglia d’oro l’ha ottenuto Symposio di Feudo Principi di Butera. Solo 2 medaglie oro perchè purtroppo erano pochi i vini siciliani presentati.

Punti di forza del Concorso sono:

maggior numero di giurati rispetto al numero di campioni. L’anno scorso i giudici, provenienti da 30 paesi, sono stati 81 suddivisi in 7 commissioni a fronte di 256 campioni,

– si svolge con la supervisione scientifica del Centro Studi Assaggiatori di Brescia e dell’Università Cattolica di Piacenza,

– diventa momento di promozione del territorio svolgendosi ogni anno in un comune della bergamasca diverso,

– durante i tre giorni del Concorso Enologico vengono organizzate visite turistiche e tecniche, nel corso delle quali i degustatori hanno modo di entrare in contatto con le realtà turistiche e produttive del territorio. Infatti il primo giorno nel pomeriggio si effettuano visite mirate, il secondo di mattina si svolge il concorso, nel pomeriggio si continuano le visite e la sera si svolge la cena di gala sempre in una location di grande prestigio che varia ogni anno,

– il terzo giorno, sabato mattina, si svolge un importante convegno su argomenti riguardanti il vino, al termine del quale si proclamano i vincitori i cui vini nel pomeriggio sono messi in degustazione al pubblico.

la degustazione al pubblico

Di questo Concorso, unico, si deve dare merito all’enologo Sergio Cantoni, tra l’altro direttore del Consorzio di Tutela Valcalepio, che nel 2004 l’ha voluto fortemente, inizialmente per valorizzare e far conoscere i vini del territorio della provincia di Bergamo i cui vigneti hanno come vitigni principali appunto il Merlot ed il Cabernet.

Sedici anni fa non potevo immaginare, anche se lo speravo, che il Concorso Emozioni dal Mondo potesse diventare un riferimento enologico mondiale e sono sicuro che lo sviluppo in qualità e piacevolezza dei vini bergamaschi siano in gran parte dovuti al Concorso, al poter paragonarsi ad analoghi vini provenienti da tutto il mondo” ci confida un emozionato Sergio Cantoni.

Aggiunge: “Causa covid quest’anno l’organizzazione sarà più complicata, abbiamo predisposto degli esami semplificati di sicurezza per tutti i partecipanti. Diminuiranno i giudici stranieri e non potranno venire quelli dei paesi a rischio, diminuiranno sicuramente i vini in concorso anche se ci sorprende favorevolmente che i primi campioni siano arrivati addirittura dall’Australia”.

I produttori dei vini di questi vitigni, e sono tantissimi, dovranno collegarsi al sito www.emozionidalmondo.it, consultare i documenti per l’iscrizione ed inviare quanto richiesto assieme ai campioni entro il 30 settembre, con qualche giorno di tolleranza.

www.emozionidalmondo.it