Una bruttissima notizia per molti lavoratori siciliani, infatti, sono a rischio quasi 900 dipendenti dei supermercati Coop. L’allarme è stato lanciato da Uiltucs per voce di Marianna Flauto, segretario generale del sindacato in Sicilia, che ha spiegato come Coop ha presentato il bilancio preventivo escludendo da ottobre tutta la rete di vendita diretta siciliana. Quindi i lavoratori Coop siciliani da autunno non sanno quale futuro li attende e cresce in loro la preoccupazione di perdere il posto di lavoro.

”L’azienda – ha spiegato Marianna Flauto – sulla base dei dati illustrati ha migliorato le performance in Sicilia. Nel 2017 aveva comunicato degli esuberi soprattutto a Catania e fu sottoscritto un accordo con i sindacati della durata di 3 anni che ha comportato sacrifici importanti dei lavoratori a fronte dell’impegno di Coop ad aprire altri 7 punti vendita. Questo impegno non è stato mai mantenuto e i sacrifici dei lavoratori rischiano di andare in fumo. Lanciamo un appello all’azienda e a tutte le istituzione affinché tutti insieme possiamo trovare una soluzione per garantire la permanenza della rete diretta Coop in Sicilia.”