Al Cous Cous Fest 2022, il Festival Internazionale dell’Integrazione Culturale a San Vito Lo Capo, ci ha permesso di incontrare diverse personalità del mondo del food nazionale che hanno apprezzato ciò che di bello ci offre la nostra amata Sicilia.

Tra gli ospiti del Cous Cous Fest abbiamo intervistato Giorgio Barchiesi detto “Giorgione” uno dei cuochi più amati dagli italiani, noto per la sua cucina rustica, vicina al casalingo, uno dei divulgatori gastronomici più amati: da circa 12 anni su Gambero Rosso Channel, la sua cucina genuina con un linguaggio divertente ed immediato, è stato capace di coinvolgere il pubblico e di appasionarlo alle sue ricette della tradizione.

GUARDA L’INTERVISTA –>

Particolare è il suo rapporto con la Sicilia che è fonte d’ispirazione per la sua cucina. Le sue peculiarità, la varietà dei suoi prodotti declinati nei territori di produzione che li rendono unici anche per le diverse condizioni pedoclimatiche, sono a suo dire, tanta roba e consentono di fare affidamento su una vasta gamma di combinazioni dove la differenza oltre il territorio d’origine la fanno le aziende di produzione con la loro artigianalità, modalità e procedure di produzione. Quindi non solo biodiversità ma ricchezza di storie e percorsi produttivi soggettivi.

Questo intriga Giorgione e gli fa amare in maniera smodata la nostra Sicilia dove avverte aria familiare e condizioni ottimali per esprimere la sua inventiva e creatività. Così come a casa si sente a San Vito Lo Capo per un evento che ha raggiunto il quarto di secolo con una forte connotazione gastronomica ma soprattutto culturale. E propriamente dal Cous Cous ha tratto fonte d’ispirazione per immaginare e realizzare varianti insolite anche perchè si pesta ad originali interpretazioni.

Nell’intervista ci racconta la straordinaria specificità del vino siciliano e di come i terroir che legano i vitigni autoctoni ai vari microclima e alle caratteristiche minerali del suolo dei diversi territori siciliani vocati alla coltivazione delle viti, producono vini meravigliosi ognuno diverso dall’altro. Una ricchezza unica che rende la Sicilia una terra meravigliosa, da amare e scoprire nelle sue più intime sfaccettature.

© Riproduzione riservata