Tra i nomi legati alla grande pasticceria siciliana, spiccano quelli di Giulio e Vincenzo Bonfissuto, titolari dell’omonima pasticceria.

I due fratelli vantano lo sviluppo di un progetto gastronomico che, seppur affondi le proprie radici in un contesto non lontano dai tempi moderni, tramanda una tradizione millenaria che riguarda proprio il settore dolciario siciliano.

Immersi da anni nel mondo del catering e della ristorazione, Giulio e Vincenzo hanno deciso di dare una svolta alla loro carriera e, unendo il loro talento e la loro passione, hanno deciso di dedicarsi esclusivamente alla preparazione di una vasta gamma di dolci mettendo in pratica tutta l’esperienza acquisita nel corso degli anni. Tutto ciò permette, ogni giorno, ai due giovani pasticceri di produrre ricette rivisitate e dolci da forno tradizionali, come il classico panettone, mantenendo sempre il rigore degli standard del patrimonio siciliano.

Abbiamo intervistato Giulio e Vincenzo Bonfissuto che ci hanno raccontato come si sviluppa il loro progetto imprenditoriale.

Come nasce la vostra passione per la pasticceria siciliana?

“L’attività nasce per caso. Dieci anni fa io e mio fratello abbiamo deciso di voler dare un aspetto del tutto nuovo all’azienda e, tralasciando le operazioni di catering che svolgevamo in occasione di eventi organizzati, abbiamo deciso di trasformarla in una vera e propria pasticceria, decisi a metterci in gioco e soddisfare le esigenze dei nostri clienti”.

Ci sono ingredienti particolari utilizzati durante la preparazione dei dolci?

“La particolarità degli ingredienti per noi sta nella valorizzazione delle materie prime siciliane, scelte nei minimi dettagli con tanta cura e dedizione”.

Quali sono i dolci più richiesti dai consumatori?

“Panettoni e colombe rigorosamente preparati a lievitazione naturale e disponibili in diverse varianti, soprattutto con copertura di cioccolato e farcitura di pistacchio”.

Qual è il segreto nella preparazione del panettone Bonfissuto?

“Pochi ingredienti, ma essenziali e soprattutto originali. Anima siciliana, tecniche artigianali, uova fresche di galline allevate a terra, materie prime locali, miele e poco zucchero, niente aromi di sintesi, lievitazione naturale e profumi intensi”.

Ci sono progetti futuri in programma?

“Assolutamente sì. C’è un progetto previsto per i prossimi mesi, tra settembre e ottobre, legato all’arte, ma ancora non possiamo dire di più”.

Pasticceria Bonfissuto: Viale della Vittoria 72, Canicattì – tel. 09221950503