Augurando che la Sicilia al più presto possa vantare qualche ristorante 3 stelle Michelin, pubblichiamo la splendida recensione redatta per il Gambero Rosso da Antonella De Santis. Oltre a scrivere della storia della guida rossa De Santis intervista l’autore Maurice von Greenfields, pseudonimo di Maurizio Campiverdi, uno che si è girato il mondo per godere le prelibatezze di quasi tutti i ristoranti tristellati.

La storia della Michelin e dei suoi protagonisti in un libro, che sarà pubblicato il 5 settembre, che è una vera e propria enciclopedia di ristoranti (3 stelle ovviamente), cuochi, menu e storie

Il mio primo Tre Stelle l’ho fatto a 12 anni, con i miei genitori. Era il 1953”. Dice Maurizio Campiverdi, globetrotter, gourmet e appassionato collezionista di esperienze gastronomiche e di menu. Una vita a commercializzare riso con la sua azienda familiare, poi ceduta, viaggiare tanto non lo ha mai spaventato, anzi. È lui, con l’altisonante pseudonimo di Maurice von Greenfields, a firmare Tre Stelle Michelin. Enciclopedia dell’alta ristorazione mondiale con la storia dei 286 ristoranti tristellati dal 1933 al 2020. Un volume corposo, frutto di studi, ricerche e magnifiche cene. “Dentro ci sono i ricordi e le esperienze di 60 anni di viaggi, forse anche qualcuno di più”. A quella prima esperienza giovanile, infatti, ne sono seguite molte altre. Tante da poter scrivere, da solo, l’opera omnia della Michelin: una vera a propria Bibbia per gli appassionati della Rossa.

Una storia che si dipana in oltre 100 anni di vita. A partire da quando, sul finire dell’800, due fratelli francesi produttori di pneumatici, André ed Edouard Michelin, pensarono di supportare l’uso dell’automobile (dunque il consumo e il conseguente acquisto di pneumatici) con un volumetto di informazioni e consigli pratici: mappe, stazioni di servizio, meccanici, medici, farmacisti, e indirizzi in cui mangiare e pernottare in circa 2000 località. All’epoca, quando la Francia contava meno di 3mila automobili, la guida era gratuita. Una ventina d’anni dopo già la troviamo in vendita, e più orientata sulla buona tavola, in aumento tra gli interessi dei francesi. Da lì in poi è stato un crescendo, con l’avvento degli ispettori e delle Stelle – 1 (Ristorante Interessante) 2 (Merita la deviazione) 3 (Vale il viaggio) – a segnalare le insegne da tenere a mente. Nasce così il mito della Rossa: la guida gastronomica più antica del mondo. La guida Michelin diventata, nel corso degli anni e non senza alterne vicende, un assoluto riferimento per gli amanti della cucina, soprattutto quella che guarda con spirito contemporaneo ai piaceri del palato.

Questo libro ne ripercorre la storia e i protagonisti – i cuochi che sin dagli esordi della guida sono premiati con le Tre Stelle – ne segue l’espansione al di fuori della Francia e nel resto del mondo, fenomenale operazione commerciale, frutto di un incontro di interessi con i Paesi che dalla Rossa ottengono visibilità e turismo. Nelle oltre 700 pagine, troviamo le schede dei 286 tristellati del mondo (quasi) tutti visitati dall’autore. E inoltre le insegne da premiare prima possibile, quelle che non lo sono mai state e quelle che non lo sono più. Sempre a detta del volitivo Campiverdi. E un ampio corredo iconografico con menu vecchi e nuovi di cui Maurizio Campiverdi fa collezione: parliamo di una delle collezioni di menù più strabilianti in assoluto, un patrimonio da museo oggi nascosto in una sorta di bunker segreto alle porte di Bologna.

Maurizio Campiverdi

Maurizio Campiverdi AKA Maurice von Greenfields

Questa non è la sua prima fatica editoriale, avendo von Grienfields all’attivo anche Tre stelle Michelin. La storia dei 105 ristoranti consacrati dalla celebre guida rossa con ricette e menù del 2007; Tre Stelle Michelin. La storia dei 130 ristoranti consacrati dalla celebre guida rossa in Europa, Francia, USA. Con ricette e menu del 2000, e – ancora precedente Mangiare da re nei 50 migliori del mondo“Questa è la summa più completa e aggiornata” annuncia con orgoglio, sottolineando l’esigenza di rinnovare continuamente la narrazione del cibo “i ristoranti sono caduchi, non hanno la lunga vita serena dei grandi alberghi”, cui pure ha dedicato parecchie pagine, perché per raggiungere la meta gastronomica, bisogna spostarsi di città, nazione e spesso continente…..

Per continuare la lettura cliccare qui

Maurice von Grienfields

Tre Stelle Michelin. Enciclopedia dell’alta ristorazione mondiale con la storia dei 286 ristoranti tristellati dal 1933 al 2020Maretti Editore720 pp. – 30€ – dal 5 settembre, in prevendita sul sito www.marettieditore.com