Nella notte si è riunito il Consiglio dei Ministri per decidere l’ordinanza ponte dal 7 gennaio, data in cui si esaurisce il decreto Natale, al 15 gennaio, giorno in cui verrà emanato il nuovo Dpcm. La decisione del Governo è stata quella di far entrare il 7 e l’8 gennaio tutta Italia in Zona Gialla con libertà di movimento all’interno della Regione e riapertura di bar e ristoranti fino alle 18 che però dovranno nuovamente chiudere tornando a poter fare solo asporto e domicilio sabato 9 e domenica 10 gennaio quando si passerà in Zona Arancione con i negozi che comunque potranno rimanere aperti, con libertà di movimento all’interno del comune di residenza e l’obbligo dell’autocertificazione per spostarsi all’interno della regione.

Rimane invariato invece l’orario del coprifuoco alle ore 22 e non alle 20 come si vociferava nei giorni scorsi. Da lunedì 11 gennaio l’Italia tornerà nuovamente in Zona Gialla salvo cambi di colore di alcune regioni poiché l’8 gennaio vi sarà il monitoraggio dell’Iss che prevede l’inasprimento delle soglie Rt per le fasce. Inoltre dal 7 all’11 gennaio ci sarà il divieto di spostamenti tra regioni tranne per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di salute e rientro nella propria residenza, domicilio o abitazione.

Rinviato anche il rientro in classe per gli studenti delle scuole superiori all’11 gennaio con lezioni in presenza al 50%.