Si sono svolti, in questi giorni, all’aeroporto Vincenzo Florio di Trapani Birgi una serie di appuntamenti legati a rotte e turismo, alla presenza del presidente della società di gestione AirgestSalvatore Ombra, che ha ricevuto prima il managing director della compagnia aerea CorendonFreek van der Pat, che oggi ha operato il primo volo dalla chiusura per il Covid, e che ha confermato l’intenzione di restare a Trapani Birgi anche per il 2021 e per il 2022 e anche l’assessore ed il presidente del Consiglio Comunale di Mazara del Vallo, Vito Gangitano. E’ intervenuto anche Fouad Hassoun, presidente del Kiwi Beach Resort di Siracusa, insieme al presidente di Confindustria Trapani, Gregory Bongiorno e del direttore di Airgest, Michele Bufo.

in questi giorni Laura D’Urso dirigente di Alba Star, è a Birgi, per porre in essere tutte le attività propedeutiche per aprire la propria base qui. La loro commissione tecnica sta valutando, insieme al personale di Airgest, le azioni da compiere per partire in assoluta regolarità».
 
«I voli programmati fino ad ora – informa il presidente di AirgestSalvatore Ombra – sono andati tutti in modo regolare e pieni, con coefficienti di riempimento, in media, del 90% in arrivo e del 70% in partenza. Si va verso una normalizzazione, e puntiamo ad una azione quanto più lunga e duratura possibile, soprattutto attraverso i bandi, quello della Regione siciliana, attraverso la legge 14 che andrà in scadenza il 10 luglio, e quello dell’Enac per le rotte in continuità territoriale che scadranno il 18 di agosto. Stiamo registrando un interesse importante per entrambi e prevediamo che circa 34 milioni di euro possano essere assegnati senza che ci siano ulteriori intoppi, che significherà l’assoluto rilancio del nostro scalo».