La pandemia ha prodotto effetti disastrosi sull’economia mondiale e nazionale con conseguenze più gravi nel Sud Italia, area storicamente con maggiori difficoltà dovute anche ai bassi livelli occupazionali rispetto al resto del paese. Una crisi che gli esperti sostengono si farà sentire con forza ad autunno quando l’arrivo del periodo influenzale potrebbe far aumentare nuovamente i casi di covid mettendo in ginocchio l’economia che rischierebbe seriamente il collasso.

Per scongiurare scenari nefasti il Governo è intervenuto nell’ultimo dpcm con misure straordinarie in favore del Sud Italia, infatti, in conferenza stampa il premier Giuseppe Conte ha annunciato importanti misure di defiscalizzazione in favore del meridione che riguarderanno anche il mondo del lavoro con sgravi del 30% per tutti i lavoratori e non solo per i neo assunti.

Un provvedimento molto importante che oltre a rilanciare l’occupazione nel Sud del paese eviterà il rischio di molti licenziamenti che in un momento storico incerto e difficile come questo, in un’area del paese debole come la nostra, rischiavano di essere inevitabili.