Il governatore Nello Musumeci firma l’ordinanza che prevede una stretta nei controlli relativamente alle norme di prevenzione sulla diffusione del Coronavirus per chi viaggia da e per la Sicilia. I siciliani che rientreranno da Spagna, Malta e Grecia dovranno obbligatoriamente fare 14 giorni di quarantena per poi “essere sottoposti a tampone”.

In generale nell’ordinanza resta l’obbligo per tutti, siciliani e non,  di utilizzo della mascherina anche all’esterno se non si può garantire la distanza interpersonale da un metro.  

Il governo siciliano non rimane inerme rispetto al rischio concreto di diffusione di nuovi focolai d’importazione, dimostrando di agire tempestivamente attraverso un monitoraggio delle fonti di pericolo.

In un primo momento il governatore aveva parlato di quarantena “volontaria”, ma nel testo è previsto che i siciliani “debbono” fare la quarantena per 14 giorni e chi non rispetta l’ordinanza incorrerà nelle “sanzioni previste dalla legge”, tra le quali ci può essere anche l’arresto ( con condanna fino a sei mesi di reclusione).