Cittadini romani, siete avvisati: gustare un pranzo a base di pesce freschissimo in pieno centro è più semplice del previsto. Dal 18 maggio, gli amanti dei piatti di mare sono tornati ai tavoli di Siciliainbocca, trattoria-istituzione del quartiere Prati. Qui, infatti, il pescato giornaliero proviene interamente dalla regione d’origine della famiglia che gestisce il locale: Paola (moglie di Enzo Certo, il ristoratore messinese che ha inaugurato l’attività nel 1999) insieme alle figlie Vanessa e Azzurra. A poca distanza da Città del Vaticano, questo angolo di Sicilia riserva sorprese inaspettate, come l’accogliente “giardino segreto” in cui mangiare immersi nel verde.

Dal menu traspare l’attenzione per i dettagli, che si esprime al meglio in numerose ricette di impronta personale, raccontate ai clienti per mettere in risalto le caratteristiche dei prodotti. Alcuni esempi? Le linguine all’astice, che “i Baroni siciliani si facevano preparare ogni domenica”, o il trancio di spada al vapore realizzato con la ricetta della nonna di Enzo, che prevede l’aggiunta di olive verdi di Nocellara, capperi, filetti di pomodoro e parmigiano reggiano fuso. Senza dimenticare il risotto ai profumi di Sicilia, in cui le zeste di agrumi esaltano con una nota di freschezza i chicchi mantecati con mozzarella fusa, e la spigola rivestita da una fine panatura di mollica e pistacchi di Bronte Dop. La cucina è firmata dallo chef Vito Marino, mentre in sala il sommelier Carmine Agrillo aiuta i clienti ad orientarsi fra le etichette della ricca carta dei vini, con più di 120 proposte; notevole la selezione di vini naturali, prodotti da aziende siciliane fortemente legate al territorio. Abbiamo apprezzato anche la lista di rosati, spesso (e ingiustamente) relegati ai margini del beverage, che qui si riappropriano del loro ruolo. Oltre a consigliarvi di mettere in agenda una visita al ristorante, diamo spazio a una ricetta speciale, che la famiglia Certo ha voluto regalarci in esclusiva. Parliamo di uno dei piatti più amati di Siciliainbocca, la pasta con le sarde: “La ricetta originale prevede l’uso dei bucatini e spesso, a Palermo, questo piatto viene portato in tavola dopo essere stato rapidamente passato in forno. Da noi, invece, la pasta con le sarde viene servita fresca e al dente”, ci spiega Azzurra. Ecco come realizzarla in casa. 

Ricetta della pasta con le sarde di Siciliainbocca in Prati

Difficoltà: facile Tempo di preparazione: 45 minuti Tempo di cottura: 20 minuti

Siciliainbocca suggerisce:Le sarde possono essere sostituite dalle alici, purché non siano di dimensioni troppo piccole. Riteniamo indispensabili, invece, l’uvetta di Corinto, i pinoli e il finocchietto selvatico; quest’ultimo è un ingrediente fondamentale, perché il suo aroma intenso costituisce l’ossatura del piatto”.

Ingredienti

  • 400 g di bucatini
  • 500 g di sarde fresche
  • 2 acciughe salate
  • 2 mazzetti di finocchietto selvatico fresco
  • Una bustina di zafferano
  • 30 g di uvetta di Corinto
  • 30 g di pinoli
  • 5 g di zucchero
  • Una cipolla
  • Un cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • Sale, pepe, pangrattato q.b.

Dopo aver pulito e lavato il finocchietto, lessarlo in acqua salata per 15 minuti. Appena pronto, scolarlo e metterlo da parte, avendo cura di conservare l’acqua di cottura. A questo punto pulire e diliscare le sarde. Tritare la cipolla e rosolarla in una casseruola con olio extravergine, quindi aggiungere le acciughe e farle sciogliere nell’olio.

Versare nel recipiente anche i pinoli, l’uvetta, il concentrato di pomodoro e lo zucchero; infine inserire le sarde, il finocchietto tritato e lo zafferano diluito in pochissima acqua calda. Aggiungere un mestolo di acqua di cottura del finocchietto e far cuocere per circa 10 minuti. Solo alla fine, se necessario, aggiustare il condimento con del sale.

Far tostare il pangrattato in una padella ben calda. Lessare i bucatini nell’acqua di cottura dei finocchietti e, se occorre, aggiungervi qualche bicchiere d’acqua. Scolare la pasta molto al dente e condire con il sugo di sarde e il pangrattato tostato. Buon appetito!

Siciliainbocca in Prati Via Emilio Faà di Bruno 26, 00195, Roma
Tel:  06 37358400 / 06375124 85