La video-intervista a Francesco e Irene Pellegrino, rappresentanti della famiglia che ha lanciato nel mondo il marchio Terre di Shemir, famoso per l’olio extravergine d’oliva e meritevole per il vino.

Francesco Pellegrino acquistò 36 ettari a Trapani nel 96 comprendenti 1.500 ulivi secolari e vigneti. Autodidatta, studia, osserva, cura con amore la sua tenuta collaborato dalla figlia Irene e dal genero Salvatore Di Trapani. Oggi l’azienda Terre di Shemir è tra le migliori produttrici al mondo di extravergine con i suoi Irè, U Trappitu Delicato e U Trappitu Intenso che sono presente nelle cucine e nelle tavole dei migliori ristoranti, e da qualche anno si distingue anche nei vini. Pino Cuttaia, Andrea Migliaccio, Damiano Nigro, Stefano Mazzone, Michelangelo Citino e specialmente Gaetano Basiricò, che nel suo ristorante Serisso 47 ospita ogni anno il Terre di Shemir Day, sono tra i fedeli utilizzatori di U Trappitu.

Una conduzione familiare con controllo quasi giornaliero delle piante, trattamenti quanto più naturali possibili, potature annuali, raccolta manuale di olive sane e verdi, cura nella conservazione sono i principali ingredienti di qualità per cui gli extravergini di Terre di Shemir già a giugno sono tutti venduti e non a poco prezzo. La stessa dedizione e competenza, sono rivolte da Irene Pellegrino assieme all’enologo Dino Greco, ai vigneti per ottenere uve sane e pregiate, presupposto di vini di qualità.

www.terredishemir.com