Pino Cuttaia 2 stelle Michelin La Madia a Licata, Pietro D’Agostino 1 stella La Capinera a Taormina, Mariella Glorioso Charleston il ristorante più carico di storia di Palermo, Seby Sorbello Parco dei Principi Resort a Zafferana Etnea, Mario Attinasi presidente nazionale di Assoimpresa saranno i protagonisti del nuovo programma “The Cook” in diretta martedì 21 Aprile alle ore 18.00 nella pagina Facebook All Food Sicily.

Parleremo delle gravi problematiche che il settore della ristorazione sta subendo per il lockdown dovuto al maledetto covid-19. Quattro importantissime ed autorevoli voci che possono rappresentare l’intera Sicilia nell’evidenziare i danni che questo vitale settore del commercio qual è la ristorazione cerca di affrontare, quali potranno essere gli scenari di una riapertura, specie se limitata e parziale come si teme.

Oltre le noti tristi ci saranno quelle di speranza, discuteremo di ciò che la ristorazione potrebbe chiedere alla Stato, alla Regione, alla società. Due parole di presentazione dei partecipanti.

Pino Cuttaia nel 2000 ha fondato La Madia assieme alla moglie. Appena nel 2006 la prima stella Michelin seguita nel 2009 dalla seconda. Qualche anno dopo apre Uovodiseppia che definisce “la sua dispensa” un posto con take away dove sentirsi più libero. Cuttaia ha saputo fondere la sua esperienza rigidamente nordica, in rinomati ristoranti, col calore, la passione, le materie prime e le ricette della sua infanzia siciliana interpretate come solo un artista riesce. Cuttaia definisce la sua arte “la cucina della memoria”. Presidente dell’associazione “Le Soste di Ulisse” oggi è uno dei personaggi  più prestigiosi della ristorazione italiana.

Pietro D’Agostino, noto giovane ma ormai affermatissimo chef-patron a Taormina di 2 ristoranti: La Capinera una stella Michelin e il Kisté Easy Gourmet, un risto-bistrot spigliato, informale ma altrettanto curato. Pietro è socio de Le Soste di Ulisse nonchè consigliere dell’associazione  Charming Italian Chef (Chic), è un entusiasta che non si limita a fare l’imprenditore ed il cuoco ma è sempre in prima linea per la promozione del proprio territorio di origine. Nei suoi piatti gli ingredienti esprimono la loro storia e s’esaltano per la combinazione con cui la sua fantasia ha voluto proporli.

Seby Sorbello definirlo un giovane vulcanico e di talento è restrittivo. Col Parco dei Principi Resort a Zafferana Etnea ha creato un vero polo dell’accoglienza di alta qualità: un moderno hotel Villa Esperia, un ristorante gourmet di classe Sabir Gourmanderie, un risto-bistrot vivace ed informale La Corte Brasserie, quattro sale per meeting e banchetti compreso i dehors nonchè un’azienda di catering degna della sua fama. Per far fronte alle molteplici attività ha dovuto rinunciare a prestigiosi incarichi anche nazionali specialmente con la Federazione Italiana Cuochi, Fic.

Il Charleston è sorto 52 anni fa ed è stato l’antesignano non solo in Sicilia del ristorante di gran classe dove si mangiava e beveva bene in un ambiente elegante e professionale che ha visto sedere ai tavoli tutta la borghesia italiana e straniera nonchè le personalità che a vario titolo vivevano o passavano da Palermo, tanto da divenire un vero pezzo di storia, un’icona non solo della ristorazione ma addirittura del costume e della cultura della città. Negli anni 70 arrivò anche ad ottenere la seconda stella Michelin, primo in tutto il meridione. Da qualche anno dopo una riorganizzazione impegnativa, grazie al giovane e talentuoso chef Santino Corso, ad una location di classe in una villa a Mondello dove svolgere anche banchetti, e all’instancabile attività di Mariella Glorioso e dei suoi figli sta tornando ai fasti di una volta.

Infine Mario Attinasi, un imprenditore a Palermo nel settore alberghiero, nella ristorazione e nel bar lounge, ha saputo scalare gli incarichi in Assoimpresa fino ad esserne oggi il presidente nazionale, per cui chi meglio di lui può conoscere i problemi del settore e contemporaneamente farci edotti dell’evoluzione che si sta per sviluppare.

Allora martedì alle ore 18 tutti sintonizzati sulla pagina Facebook “All Food Sicily” per assistere al talk “The Cook” che si rivelerà un momento di confronto, di contenuti e di proposte. Anche questa volta gli spettatori potranno interagire in diretta con domande e commenti.