Torna Martedì 5 alle 18 la diretta in cui partecipano 4 birrifici, una beer house e un organizzatore di eventi di birra artigianali in Sicilia.

Le birre, come tutte le bevande alcoliche, nascono da una fermentazione. Sarà per questo che il mondo delle birre artigianali è stato travolto da un vero e proprio fermento. Ogni anno nascevano sempre nuovi micro birrifici, ogni anno molti di coloro che si facevano la birra in casa, gli homebrewers, sono passati a produrla per venderla o a farsi realizzare le proprie ricette da altri birrifici, diventando così beer firm, per commercializzarle.

Un fermento, questo delle birre artigianali, che sembrava inarrestabile, in forte crescita, finchè non è arrivato il covid-19 che fa fermato tutto, che ha creato una forte crisi in quasi tutti i settori economici, specialmente a quelli legati al mondo Horeca: ristorazione, hotel, bar, quindi anche pesantemente ai birrifici artigianali.

Di questo parleremo nel programma The Cook: “Le birre artigianali prima, durante e dopo”, come al solito con un parterre di eccellenza nel settore condotto da Gianni Paternò:

Peppe Biundo di “Bruno Ribadi” a Cinisi -Terrasini, Francesco Puma “Chinaschi” a Salemi, Giacomo Consentino “24 Baroni” a Nicosia, Gaetano Bucaro “Birra dei Vespri” ad Altavilla Milicia, affiancati da Dorothea Lìcandro Mosaik Beer House a Catania e da Francesco Chittari che da alcuni anni organizza eventi sulle birre.

Peppe Biundo assieme al fratello Vito e al cugino Sandro aprono il birrificio chiamandolo Bruno Ribadi dal nome di un concittadino che aveva girato il mondo dedicandosi anche alle birre. Le birre Ribadi sono caratterizzate  da stili contaminati da ingredienti siciliani particolari. Quest’anno ha appena aperto il nuovo stabilimento a Terrasini in un edificio di ben 11.000 mq, che sta subendo il logico ritardo per la piena funzionalità.

Francesco Puma ha ereditato l’azienda agricola di famiglia nel 2002 e considerando che “la birra nasce da un chicco d’orzo o grano” dopo anni di studi e test nel garage di casa nel 2014 crea il birrificio Chinaschi cominciando con un piccolo birrificio di 70 mq fino ad arrivare oggi ad un impianto di 180 hl di capacità con 24 fermentatori e linea di imbottigliamento automatica ma senza mai derogare da una artigianalità spinta.

Giacomo Consentino, nel 2014 insieme al fratello gemello Antonio, dopo essersi laureati in economia, decidono di realizzare la loro vera passione; nonostante l’azienda sia giovane producono 8 tipologie di birre tra cui una gluten free. Una delle caratteristiche principali delle loro birre, oltre all’utilizzo di materie prime di qualità, è l’acqua eccellente che sgorga dalle montagne che circondano il birrificio.

Gaetano Bucaro, come un pò tutti, ha iniziato come homebrewer per 5 anni, poi come beer firm finchè nel 2019 realizza il birrificio Birra dei Vespri, con capacità in doppia cotta di circa 600 litri, una cantina con 3 fermentatori per un totale di 24 ettolitri oltre a botti ex Bourbon per l’affinamento di alcune birre. Presto diventerà anche agribirrificio autoproducendosi almeno il 50% dell’orzo maltato che serve alla loro produzione.

Dorothea Lìcandro, nel  2014 ha inaugurato, insieme al socio Fabio Bruno, il Mosaik, una birreria specializzata in birre artigianali di alta qualità. Una donna della birra che ha scoperto questo mondo nei suoi viaggi europei restandone folgorata. Non solo la birreria, organizza anche una serie di eventi: il “Mosaik Over the Tap”, il “Brewing a New Sicily”, laboratori e corsi di degustazione, incontri con produttori provenienti dall’Italia e dall’estero, cotte pubbliche e numerose iniziative per promuovere un po’ di sana cultura birraria, tanto da farne un riferimento ben apprezzato. 

Francesco Chittari rimase folgorato anni fa dalla prima birra artigianale gustata. Per comunicare e condividere questa sua passione ideò e organizzò BeerCataniaFestival delle birre artigianali  che a maggio sarebbe stato alla decima edizione. In tutti i suoi altri eventi, Polpette in festival, Sicilian Craft BeerFest, Hoppy Easter, le birre artigianali sono attrici principali.  Degustatore di birre e sommelier del vino e dell’olio, ama comunicare la cultura del buon bere e condividerne l’esperienza di gusto.

Guarda l’ultima puntata di The Cook