Meglio le guide o meglio Tripadvisor? Tutti hanno pregi e difetti. Ve li spieghiamo e vi consigliamo come azzeccare il ristorante, o l’albergo.

Il sito col logo del gufo dovrebbe pubblicare recensioni originali ed imparziali dei viaggiatori per creare una classifica che possa servire da base per la scelta da parte dei consumatori. In pratica però si contesta che ci sono:

  • organizzazioni che si fanno pagare dagli esercenti per pubblicare recensioni a 5 stelle,
  • recensioni negative di persone, o addirittura di organizzazioni, che non hanno mai messo piede nell’esercizio, false ad arte per danneggiarlo, per sfregio o per favorire la concorrenza,
  • recensioni positive di amici degli esercenti per farlo salire in classifica.

Si è anche accusato Tripadvisor, specie nel passato, di assumere un atteggiamento irriverente ed indifferente a tali atteggiamenti senza intraprendere le dovute azioni riparatrici o di assumerle in forte ritardo. Non insistiamo su questo argomento che potete comunque approfondire voi stessi, vedasi Italia a Tavola che ha continuato una battaglia in tal senso.

Qui invece, qualora non ne abbiate l’esperienza, vogliamo consigliarvi su come poter utilizzare Tripadvisor evitando di essere fuorviati dai giudizi falsi. Perché anche Tripadvisor, come tutto il mondo di internet ha dei lati positivi, e parecchi. Noi, che oltre dell’enogastronomia abbiamo il vizio del turismo, definendoci però viaggiatori e non turisti che hanno girato buona parte del mondo, ci siamo costantemente serviti della piattaforma per assumere informazioni relative al nostro viaggio: hotel, ristoranti, attrazioni, che non abbiamo sbagliato. Se seguite questi pochi avvertimenti con attenzione sarà veramente difficile che possiate prendere una bufala, se non nella pizza. Ecco allora come si sceglie un ristorante o un albergo:



Visionare le foto del locale e dei piatti
È il primo obbligo, anche se la foto non può comunicare i profumi e i sapori riesce a far capire la tipologia del ristorante, la professionalità, la capacità e le caratteristiche del cuoco. Se amate le porzioni abbondanti e le foto mostrano piatti micragnosi, se cercate una cucina casalinga e vedete pietanze da nouvelle cuisine, se volete conquistare una ragazza con una cena elegante a lume di candela e la documentazione vi mostra una trattoria rustica, tutto ciò significa che quel ristorante dovete scartarlo perché non fa per voi.

Attenzionare le recensioni negative
Spesso un giudizio negativo è stato dato per una serata storta, per piatti scelti male, per una discussione col cameriere, perché magari il cliente si aspettava di spendere poco non avendo prima dato un’occhiata ai prezzi, o per altri motivi che comunque possono non avere grande influenza sulla realtà dell’offerta. Se i giudizi totali non sono molti, quello negativo, anche se per motivi contingenti o non decisivi, può penalizzare il punteggio finale e magari farvi scartare un locale che invece vi avrebbe soddisfatto.

Più recensioni, più affidabilità
È una regola statistica: più casi ci sono meno errori possono verificarsi e più autorevole è il risultato. La massa dei recensori è in buona fede per cui riesce a bilanciare l’eventuale presenza di giudizi prezzolati o inattendibili.

Diffidare di chi ha scritto un solo giudizio o pochissimi
Come mai un avventore veneto che non ha recensito altro si sente in dovere di dare un giudizio di eccellenza ad un agriturismo sperduto in provincia di Palermo? Ci è accaduto! E se di questi giudizi singoli a cinque stelle ce ne sono molti, che significa? Facile, il proprietario si è organizzato e si è fatto rilasciare fasulle recensioni di comodo. Allora scartate assolutamente il locale.

Dare un’occhiata al menu nel suo sito web o se presente nelle foto
Trovate il link nelle informazioni dei contatti. Così potrete costatare la globalità dell’offerta e capire se ci sono piatti che potrebbero incontrare il vostro gusto. Se desiderate pesce fresco e il menu vi manifesta che si tratta di un ristorante per carnivori, oppure se volete spendere e poco e i prezzi sono oltre la vostra portata, lasciate perdere.

Verificare sulla mappa la posizione
Non è un parametro essenziale, ma potrebbe essere molto scomodo, anche costoso se usate un taxi, recarsi in un ristorante che si trovi molto distante da dove vi trovate. Se non volete allontanarvi consultate la mappa interattiva che Tripadvisor pubblica sempre e sceglietene uno che non vi costringa ad un viaggio. Nella mappa sono segnati i locali vicini alla vostra posizione.

Non crediate che questi accorgimenti vi faranno perdere molto tempo. Se ci avrete fatto l’abitudine, vi sbrigherete in meno di quanto temiate. Questi criteri, fatti gli opportuni adattamenti, li potete applicare anche per la scelta di un albergo.
Qualcuno dirà: ci sono le guide di settore dove c’è un editore, un responsabile e dei curatori che ci mettono la faccia e che quindi sono più autorevoli. È vero, ma solo in parte: quante volte vi è capitato di aver preso una delusione in un ristorante consigliato? Purtroppo è più facile di quanto si creda sia perché si segue il giudizio, spesso soggettivo, di una sola persona e sia perché non ci sono foto che potete visionare per documentarvi sulla base della vostra richiesta. A noi purtroppo è già successo. Inoltre internet, quindi Tripadvisor, ormai c’è sempre, la guida invece spesso non l’avete quando vi serve.

Nei nostri viaggi, seguendo questi accorgimenti, non abbiamo mai sbagliato un colpo; tuttalpiù qualche volta c’è capitato di avere scelto un piatto che magari non soddisfaceva il nostro gusto. Ma questo potrà succedere anche se vi recate da Bottura.