Nei giorni scorsi avevamo raccontato lo sfogo di alcuni operatori del Mercato Ortofrutticolo di Palermo che raccontavano delle stringenti misure adottate nei locali di Via Montepellegrino che avevano portato ad una prima chiusura e lamentavano misure decisamente più blande nei mercati della provincia. Qualche giorno dopo il mercato di Palermo è stato riaperto ma si sono verificati nuovamente disordini e il mercato è stato nuovamente chiuso.

Oggi dopo giorni di serrate contrattazioni tra le parti è arrivata, attraverso una nota del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, la decisione di non riaprire e quindi tenere chiuso il mercato di Palermo cosicché rimarranno aperti solo i mercati di Termini Imerese, Villabate e Misilmeri.

Il sindaco Leoluca Orlando chiude il Mercato Ortofrutticolo di Palermo

Di seguito la nota del sindaco di Palermo Leoluca Orlando:

“Dopo giorni intensi nei quali tutti, dal Comune di Palermo alla Prefettura e alle Forze dell’Ordine, hanno studiato le possibili soluzioni per riaprire senza rischi di assembramenti e di contagi il mercato ortofrutticolo in modo da garantire anche il corretto approvvigionamento alimentare alla città e lo svolgimento di un’importante attività economica. Prendiamo atto dell’intransigenza di alcuni che pretendono di mortificare i diritti della collettività. Il mercato ortofrutticolo resterà quindi chiuso fino a quando i concessionari non accetteranno a questo punto tutte, e senza alcuna ulteriore discussione, le condizioni non modificabili decise da tutte le autorità competenti per garantire il rispetto delle regole.”

Il deputato regionale Vincenzo Figuccia si schiera a fianco dei lavoratori

A replicare al sindaco di Palermo Vincenzo Figuccia, deputato regionale dell’Udc che si è schierato al fianco dei lavoratori del Mercato Ortofrutticolo d Palermo recandosi proprio nei locali di Via Montepellegrino per sostenerli.

“Oggi- afferma Vincenzo Figuccia– sono voluto venire qui al Mercato Ortofrutticolo di Palermo che dà lavoro a tanta gente e sostentamento a tante famiglie e che però da diversi giorni è chiuso. Tutto questo va a discapito non solo degli operatori all’interno del mercato e dei fornitori, ma anche delle tante botteghe della città e dell’intera provincia che non ricevendo la merce non possono vendere e quindi lavorare.”

“Così- continua Vincenzo Figuccia- si sta favorendo la grande distribuzione delle catene dei supermercati che importano la merce da fuori arricchendosi a discapito dei nostri lavoratori del settore ma anche di noi consumatori visto che i prodotti dell’ortofrutta nelle ultime settimane hanno avuto forti rincari.”

“Si lamenta – conclude Vincenzo Figuccia- la mancanza di sicurezza all’interno del mercato ma la colpa di tutto questo è da attribuire proprio a Orlando che in tutti questi anni non ha messo in sicurezza o trovato dei locali alternativi per la struttura. Vorremmo un sindaco più presente in città al fianco dei cittadini e degli imprenditori che oggi sono totalmente abbandonati a loro stessi. Infine chiedo con forza che vengano sospese le imposte comunali in questo momento davvero difficile per tutta la comunità.”

Aggiornamento

In questi minuti con un’ordinanza il sindaco Orlando ha stabilito la riapertura del mercato con i fornitori che sabato potranno consegnare la merce e l’apertura al pubblico prevista per lunedì.