Un bando che metterà a disposizione circa cinquanta milioni di euro per consentire ai piccoli comuni siciliani che soffrono di spopolamento di potersi riqualificare e tornare a essere poli di attrazione sul piano culturale e paesaggistico. L’idea è della Regione, che intende mettere a punto un avviso “con delle risorse – ha annunciato il governatore, Nello Musumeci  – reperite grazie alla riprogrammazione dei fondi comunitari ed extracomunitari”.

Secondo Musumeci la Regione “non può non essere dalla parte dei borghi, sia quelli popolati che quelli spopolati”. Per ridare vitalità ai piccoli centri in fase di spopolamento e ai borghi abbandonati “servono politiche di sviluppo coordinate ed è proprio per questo – ha aggiunto – che con la Fondazione Sicilia vogliamo avviare una stagione di confronto, coinvolgendo anche l’Anci, e riteniamo di dovere stanziare almeno cinquanta milioni di euro per dare la possibilità ad alcune decine di centri storici di potersi riqualificare”.

L’avviso arriverà “entro il 2020 e consentirà alle Università e agli ordini professionali – ha concluso Musumeci – di mettersi attorno a un tavolo con la Regione per elaborare un progetto serio e costruttivo”.“