Il ministro alle Politiche agricole ha annunciato che proporrà di istituire un fondo perduto dedicato agli esercizi pubblici fino ad un massimo di 5mila euro per locale. Un articolo di Italia a Tavola

La politica apre gli occhi e guarda alla ristorazione mettendo a fuoco i bisogni e, soprattutto, mettendo mano al portafogli per sostenere le imprese. Il ministro alle Politiche agricole Teresa Bellanova infatti ha annunciato ufficialmente una proposta economica per i ristoranti: un fondo ad hoc dal valore di 1 miliardo per un bonus di circa 5mila euro a fondo perduto diretto ai 180mila esercizi pubblici di ristorazione.

La somma si prevede che abbia l’obiettivo di favorire l’acquisto di prodotti agroalimentari nazionali, così da garantire un’immediata iniezione di liquidità nel sistema e favorire i pagamenti delle prime settimane di riapertura; il circolo virtuoso che si dovrebbe innescare andrebbe ad alimentare anche il comparto dei produttori di prodotti italiani.

«L’ho ribadito ai colleghi di Governo – ha detto Bellanova – la filiera agroalimentare italiana deve essere considerata nella sua prospettiva ampia: dal lavoratore agricolo al consumatore. In questa ottica il settore Horeca rappresenta un anello cruciale, direi determinante, considerata soprattutto la quota significativa di prodotto agroalimentare nazionale, inclusi vini e bevande, che viene assorbita da ristoranti e pizzerie, e che influisce in modo rilevante sui segmenti di eccellenza delle nostre produzioni. L’emergenza Covid-19 e la prolungata chiusura di gran parte di questi esercizi ha determinato uno stress che si ripercuote su tutti i soggetti economici coinvolti nel sistema agroalimentare. E anche la riapertura in queste settimane vive criticità che non possono essere ignorate, a partire dalla drastica diminuzione dei posti a disposizione nei locali che si riverbera sui fatturati delle imprese di ristorazione già in forte sofferenza e giocoforza anche sui livelli occupazionali».

Per continuare a leggere cliccare qui