Il rosato di Al-Cantara

Appena pubblicati i risultati della sessione vini rosati del Concours Mondial de Bruxelles che si è tenuto a Valladolid in Spagna dal 11 al 13 marzo. All’Italia vanno 2 medaglie Gran Oro, 24 Oro, 22 Argento. Qui i risultati.

In Sicilia l’unica medaglia d’oro l’ha conquistata l’azienda Al-Cantara di Randazzo col suo rosato “Amuri di Fimmina e Amuri di Matri” Etna Doc 2020. Grande successo quindi per il proprietario Pucci Giuffrida e per la sua squadra guidata dall’enologo Salvo Rizzuto e dal direttore Gianluca Calì che continuano a mietere successi nei più importanti concorsi internazionali con i loro “vini poetici“.

LEGGI ANCHE: Un’annata da record per la cantina Al-Cantara

Poetici non solo per l’emozione che suscitano nel gustarli, ma anche perchè i nomi dei vini sono tutti estratti da opere e poesie dialettali dei grandi scrittori e commediografi siciliani e le etichette sono disegnate, prendendo spunto dal nome, da ispirati artisti anch’essi isolani.

Nel nostro caso “Amuri di fimmina e amuri di matri” è un verso del grande poeta Nino Martoglio, il vino è un Nerello Mascalese in purezza da una vigna di diciassette anni, di cui al più presto faremo la nostra recensione. Il rosé di casa Al-Cantara è comunque recidivo in quanto lo scorso anno con l’annata 2019 ha vinto il premio “Rosa d’oro e Gran Menzione” nella quarta edizione di Rosa Rosati Rosè 2021.

www.al-cantara.it

© Riproduzione riservata