Nel mese di marzo l’Istat ha lanciato il premio Donne e Sostenibilità. Promosso nell’ambito della campagna di comunicazione del 7° Censimento generale dell’Agricoltura, la cui rilevazione è attualmente in corso, la competizione seleziona le storie e i progetti di quelle agricoltrici che ogni giorno si distinguono per ridurre l’impatto della propria attività sull’ambiente, preservando così l’ecosistema generale.

Al premio Donne e Sostenibilità è candidata la siciliana Francesca Rita Cerami, cresciuta in un borgo rurale dell’entroterra siciliana, San Giovanni (Petralia Soprana – PA) dove l’azienda agricola di famiglia coltiva ancora gli ulivi che ha ereditato, i campi di grano e gli alberi di frutta fresca e secca. Laureata in Psicologia, si occupa di sociale, per i primi 10 anni della sua vita professionale, seguendo la sua inclinazione imprenditoriale con la fondazione dell’Associazione Eupsiche, con interventi di integrazione sociale e di empowermet di comunità. Nel 2010, in seguito al riconoscimento da parte dell’Unesco, fonda e dirige l’Istituto per la promozione della Dieta Mediterranea, l’Idimed. Nel 2020, recupera il suo animo imprenditoriale e crea il suo terzo figlio, il B&B multisensoriale Ballarooms Palermo Centro che racconta gli ecosistemi del territorio: il mare, il grano, il sale e gli agrumi e offre una colazione ricca dei sapori, nutrienti e salute.

PER VOTARE CLICCA QUI

Il premio è pensato per un settore, quello agricolo, che vede le donne presenti in tutte le mansioni del comparto con ruoli sempre più determinanti nei processi innovativi per la sostenibilità green e nelle aziende agricole in cui le attività multifunzionali rappresentano il motore pulsante (agriturismi, fattorie didattiche, trasformazione e vendita di prodotto, produzione di bioenergia, ecc.).

La Video-Storia inviata è stata pubblicata sul 7°censimentoagricoltura e potrà essere votata via web fino al 10 settembre. Dopo la chiusura delle votazioni, una giuria di esperti – composta da rappresentanti dell’Istat e giornalisti di settore – esprimerà il proprio giudizio, integrando quello espresso in preferenze da parte degli internauti.

La vincitrice sarà premiata dal Presidente dell’Istat Gian Carlo Blangiardo con una targa dedicata nel corso di una cerimonia ufficiale. Il contest si propone di offrire visibilità e di dare voce a tutte quelle donne agricoltrici impegnate nella quotidiana ricerca di soluzioni e buone pratiche per una riconnessione sostenibile della propria attività con il territorio, attraverso proposte concrete per nuovi equilibri fra persone e risorse naturali.