Noto (SR) - La spiaggia di Calamosche

Si avvicina l’estate e si susseguono i riconoscimenti per le spiaggie siciliane, stavolta è il “The Guardian“ ad inserire la spiaggia di Calamosche a Noto tra le spiagge più belle d’Europa e tra le cinque più belle in Italia.

La spiaggia di Calamosche è uno straordinario paradiso incontaminato il cui fascino è dovuto alla varietà della vegetazione e alla presenza di un panorama alquanto vario. L’incantevole spiaggia di Calamosche si trova tra i resti archeologici di Eloro e l’oasi faunistica di Vendicari, riserva naturale dal 1984, resa fruibile dal 1989 e che si estende per circa 1500 ettari.

Ci troviamo in provincia di Siracusa, all’interno del territorio comunale di Noto, e questo tratto di costa con la sua spiaggia sabbiosa è tra i più belli della costa sud-orientale della Sicilia. Una caletta di sabbia finissima lunga circa 200 metri, con un mare cristallino e sempre calmo, al riparo dalle correnti grazie a due promontori che la delimitano alle due estremità. Un’altra caratteristica della spiaggia è la presenza di numerose cavità e grotticelle nei due promontori rocciosi. Il fondale, poco profondo, è sabbioso, conferendo al mare suggestive sfumature verdi- bluastre.

LEGGI ANCHE: Le spiagge più belle della Sicilia secondo il Touring Club Italiano e Legambiente

Calamosche è un’incantevole piscina naturale ideale per chi pratica lo snorkeling: grotte e cavità sottomarine offrono uno spettacolo mozzafiato. Nuotando verso la scogliera ai lati del golfetto, dove il fondale è più profondo, gli anfratti ospitano una variegata fauna marina. La spiaggia è meglio conosciuta dagli abitanti del posto come Funn’i Musca, infatti è l’adattamento italiano del dialettale Funnu i musca, ossia Fondo (appezzamento di terreno) della mosca.


Nel 2008, la spiaggia di Calamosche
entrò in casa degli italiani grazie a un spot pubblicitario in cui i comici Aldo, Giovanni e Giacomo sfidavano a beach volley, sicuri di una facile vittoria, tre ragazze, scommettendo una cena. Finivano così per essere surclassati da Manuela Leggeri, Monica De Gennaro e Veronica Angeloni, campionesse della nazionale italiana di pallavolo.

Per arrivare alla spiaggia occorre accedere alla Riserva Naturale di Vendicari, tra Noto e Marzamemi, a circa 40 km da Siracusa.Per raggiungerla è necessario imboccare la SP19 Pachino-Noto, dopo circa 11 chilometri da Pachino si troverà l’indicazione “Spiaggia di Calamosche” sulla destra, che costituisce un ingresso dedicato. Seguendo la strada sterrata, si arriva al parcheggio in cui è possibile lasciare l’auto e proseguire a piedi. Da lì in poi a Calamosche si giunge solo sui propri piedi, passeggiando per una ventina di minuti tra arbusti di mirto, timo e palme nane, per circa un chilometro e mezzo: il sentiero non presenta molte difficoltà a parte un po’ di scale per scendere sulla spiaggia.

Tuttavia, specialmente col sole estivo a picco, è poco consigliabile a chi in genere non è abituato a lunghe camminate. Bisogna quindi partire ben forniti di acqua e cibo per idratarsi e rifocillarsi, cappellino, ombrellone, creme solari, sacchetti per i rifiuti e tutto ciò che può servire per affrontare il tragitto a piedi e la giornata di mare. Una volta arrivati, ne sarà sicuramente valsa la pena.

© Riproduzione riservata