Gianluca-Barbagallo, lo chef del relais Villa MIraglia

In un contesto paesaggistico di assoluta bellezza, a 1500 metri sul livello del mare, tra la ricca vegetazione del Parco dei Nebrodi, c’è un luogo che tutti dovrebbero conoscere.

Siamo sui Nebrodi per farvi conoscere le potenzialità di un territorio che vuole ripartire contando su una proposta turistica integrata che alla classica formula sole-mare del litorale tirrenico, aggiunge segmenti complementari legati al turismo enogastronomico, naturalistico e culturale – per questo ci ritroviamo a Villa Miraglia, accolti dallo chef Gianluca Barbagallo del Resort “Villa Miraglia” e da uno dei titolari della struttura Rino Mazzucco che ci hanno rilasciato un’intervista in coda all’articolo.

Interni di Villa Miraglia

LEGGI: I Nebrodi una destinazione turistica fruibile, integrata e matura

La struttura ubicata in un contesto naturalistico di assoluta bellezza, incastonata nei boschi di Cesarò, a 1500 metri sul livello del mare, tra la ricca vegetazione del Parco dei Nebrodi, il Relais Villa Miraglia, è una delle strutture ricettive di montagna più belle dell’intera provincia di Messina. La struttura, nata come residenza privata, oggi di proprietà della Città metropolitana di Messina, è gestita dai Fratelli Rino, Antonino e Mariella Mazzurco, già proprietari di un altro ristorante a Cesarò che porta il loro nome. I tre fratelli hanno recuperato e ristrutturato l’intera struttura, trasformandola da rifugio di montagna a relais di lusso con 10 camere dedicate alla flora e alla fauna del Parco, un bar e un ristorante espressione della cucina tradizionale nebroidea.

La riprogettazione di Villa Miraglia ha rispettato lo stato dei luoghi, modernizzando una struttura che oggi è a tutti gli effetti un gioiello di architettura classico – moderna dove pietra, legno e acciaio si fondono. Nei pressi di Villa Miraglia si può tra l’altro ammirare il suggestivo lago Maulazzo, progettato a fine anni ’70 dal nostro senior editor Gianni Paternò, piccolo lago artificiale posto nella faggeta alle pendici di Monte Soro.

Gli interni di una delle 10 camere disponibili

Alla guida del ristorante c’è lo chef Gianluca Barbagallo, terza generazione della famiglia Mazzurco, che nel rispetto del luogo e della tradizione ha scelto di interpretare in chiave moderna gli ingredienti del territorio, valorizzando le produzioni agroalimentari locali, verdure spontanee comprese.

A gestire per conto della famiglia Mazzucco il Relais è Rino Mazzucco che si è dedicato animo e corpo al rilancio della struttura, la cui chiusura aveva arrecato un grave danno all’economia dell’intero comprensorio. Dalla loro viva voce nella VIDEO-INTERVISTA ascolteremo impressioni e valutazioni della loro esperienza professionale e delle ragioni per programmare una vacanza in questo splendido, suggestivo e unico luogo.

Non si può affermare di conoscere appieno la Sicilia se non si scoprono le bellezze paesaggistiche dei Nebrodi che si possono visitare crogiolandosi nell’accoglienza di una struttura di assolutà qualità con una proposta gastronomica in simbiosi con quanto di più buono e genuino può offrire il territorio, grazie all’interpretazione e rielaborazione di un giovane chef che sul solco della tradizione riesce a creare una cucina di territorio innovativa