Vittoria Coletta, messinese doc, ha trasformato la sua passione per i distillati in un’impresa concreta: una micro-distilleria a Montagnareale dove produce il gin “Sicily 40 gradi”. Un viaggio lungo e ricco di esperienze, partito oltre dieci anni fa con un dottorato di ricerca in Scienze forestali e ambientali in Scozia.

Lì, immersa nel mondo dei whisky e delle distillerie, Vittoria si è appassionata al gin, iniziando a studiarne i processi e le sfumature. Un’esperienza che l’ha portata a laurearsi all’Università di Edimburgo e a lavorare come guida in distillerie scozzesi, spiegando ai turisti i segreti di questa affascinante tradizione. Successivamente, Vittoria si è trasferita a Tonbridge, in Inghilterra, dove ha lavorato nella produzione di gin, vodka aromatizzata e rum. Un’esperienza preziosa che le ha permesso di affinare le sue conoscenze e di maturare l’idea di creare un gin tutto suo, con un gusto unico che rispecchiasse le sue origini siciliane.

LEGGI ANCHE: A Montagnareale parte un progetto pilota per valorizzare la ciliegia

Nel 2019, poco prima dello scoppio della pandemia, Vittoria è tornata in Sicilia, spinta dal desiderio di realizzare il suo sogno e di stare vicino alla sua famiglia. Un ritorno alle radici che ha coinciso con la partecipazione al bando “Resto al Sud”, grazie al quale ha ottenuto i finanziamenti necessari per aprire la sua micro-distilleria a Montagnareale. La distilleria ha aperto i battenti a marzo 2020, dando vita al “Sicily 40 gradi”, un gin prodotto con materie prime siciliane di altissima qualità. Tre varianti compongono la linea: London dry, Lemon e Arancia e cioccolato, ognuna con il suo carattere distintivo che esalta i sapori mediterranei.

LEGGI ANCHE: Gianfranco Sciacca: “La continua ricerca mi ha permesso di rivoluzionare il cocktail tradizionale”

Vittoria produce poche bottiglie di ogni variante, curate nei minimi dettagli e disponibili per l’acquisto online, tramite un e-commerce locale o in un bar a Patti. La sua scelta è precisa: non vuole espandersi a dismisura, ma piuttosto puntare sulla qualità e sull’esclusività del suo prodotto. L’obiettivo di Vittoria è far conoscere il suo gin ai turisti, valorizzando la Sicilia e la sua terra natale, Montagnareale. Un prodotto che, pur non essendo una tradizione siciliana, dimostra come l’isola possa eccellere anche in questo campo, grazie alle sue eccellenti risorse naturali e alla passione di persone come Vittoria. Vittoria non si pente di aver vissuto all’estero, dove ha acquisito esperienze e conoscenze preziose. Ma il richiamo della sua terra è stato irresistibile. Il suo messaggio ai giovani è chiaro: partire per formarsi e crescere, ma poi tornare a casa e mettere a frutto le proprie competenze per contribuire allo sviluppo della propria terra. La Sicilia ha bisogno di giovani come Vittoria, pieni di talento e di voglia di fare, per rinascere e valorizzare i suoi tesori

© Riproduzione riservata